Pericolo acquaplaning: cosa devi assolutamente evitare se non vuoi fare un incidente in questo periodo

Bisogna prestare molta attenzione quando si guida sotto la pioggia per evitare di fare incidenti: ecco come non incorrere nel pericolo dell’acquaplaning

Quando si guida sotto la pioggia bisogna fare molta attenzione al pericolo dell’ aquaplaning. Questa parola tradotta vuol dire “slittare sull’acqua” perché è appunto una combinazione dei termini “acqua” e “slittamento”. Essa descrive in modo accurato ciò che avviene quando un veicolo perde aderenza sull’asfalto a causa dell’accumulo di acqua.

A differenza di quando piove, durante il tempo asciutto l’aderenza è garantita dal diretto contatto dei pneumatici con l’asfalto. Tuttavia, quando la strada è bagnata dalla pioggia, questi pneumatici non aderiscono perfettamente perché tra loro e la strada c’è uno strato d’acqua. Questo va a creare un’onda davanti a loro, simile al movimento di uno scafo. In condizioni di velocità moderate, un singolo pneumatico può spostare fino a 30 litri d’acqua al secondo, mantenendo un contatto essenziale con l’asfalto.

Dunque, quando si ha l’aquaplaning? Il fenomeno si verifica quando l’acqua si accumula più rapidamente di quanto un pneumatico possa spostarla. In pratica, l’acqua viene spinta sotto il pneumatico, generando uno strato isolante tra l’asfalto e la ruota, causando così la perdita di aderenza e sollevando il veicolo da terra.

Pericolo acquaplaning:

Quanto è pericoloso l’acquaplaning? C’è da dire che questo fenomeno è influenzato da diverse variabili durante la guida sotto la pioggia. La velocità del veicolo è cruciale, poiché maggiore è la velocità, maggiore è la quantità di acqua da spostare e, di conseguenza, maggiore è il rischio di aquaplaning. La condizione del battistrada è altrettanto importante; pneumatici usurati riducono l’efficienza nel drenaggio laterale dell’acqua. Anche la pressione dei pneumatici gioca un ruolo fondamentale: se l’onda d’acqua supera la pressione interna del pneumatico, si innescano l’aquaplaning.

cos'è il fenomeno dell'acquaplaning
Cosa fare per evitare di incorrere nell’acquaplaning (spraynews.it)

Quando l’aquaplaning si verifica, il veicolo galleggia su un sottile cuscinetto d’acqua tra il battistrada e l’asfalto, causando la perdita di controllo. Questo si manifesta con un aumento dei giri del motore, senza reazioni di frenata o accelerazione, portando a sbandamenti laterali in rettilineo o orientamento imprevisto in curva. Per questi motivi, prevenire l’acquaplaning è essenziale per garantire la sicurezza su strada. Ridurre la velocità, mantenere una distanza di sicurezza e guidare con cautela sono pratiche preventive chiave. In caso di acquaplaning, è fondamentale mantenere la calma, evitare manovre brusche e recuperare gradualmente l’aderenza. Inoltre è importante far controllare in modo regolare i pneumatici.

In conclusione, guidare con consapevolezza e rispettare le condizioni meteorologiche è fondamentale per garantire la sicurezza su strada. La consapevolezza dell’acquaplaning e la comprensione delle sue cause forniscono la base per una guida più sicura, consentendo agli automobilisti di guidare con fiducia anche sulle strade bagnate.

Impostazioni privacy