Puffi, il loro villaggio esiste davvero. Ecco dove si trova

In Andalusia c’è un villaggio tutto blu in onore dei Puffi: ecco perché Juzcar è stata dedicata al famoso cartone animato

Sapevi che in Spagna si trova il villaggio blu dei Puffi? Si tratta del paese Júzcar, in provincia di Malaga, completamente azzurro e con chiari riferimenti al cartone animato dei Puffi.

A pochi km da Ronda, circa 15 minuti in auto, si trova il paese dei Puffi, un borgo composto da poche strade che si può visitare anche in breve tempo – un paio di ore sono sufficienti -, per questo Júzcar può essere una metà complementare durante una visita nella zona di Ronda.

Visitare Júzcar, il villaggio dei Puffi in Spagna

Il paese blu di Júzcar non ha nessun monumento importante, ma ciò che promette è di ammaliare con le sue abitazioni azzurre e dal magico mondo dei Puffi.

Júzcar, a Malaga, è un paese dei Puffi
Foto | TripAdvisor @jesusj73 – Spraynews.it

È specialmente una meta molto piacevole per un viaggio in famiglia, perché non solo troviamo un paese blu arricchito da statue dei Puffi e casette a forma di fungo, ma ci si può imbattere in moltissimi muraligiochi per i più piccoli.

Ma come è diventato il paese dei Puffi Júzcar? Non è sempre stato azzurro e in origine, il paese era composto da abitazioni bianche, si dedicò quasi esclusivamente all’agricoltura e all’allevamento e, nella sua massima espansione, arrivò ad avere anche 800 abitanti.

Come tanti paesi d’Andalusia e della Spagna, negli ultimi decenni, anche questo paese fu colpito dal fenomeno dello spopolamento a causa delle scarse opportunità presenti in questa remoto territorio.

Nel 2011 ci fu la svolta per Júzcar, ovvero da quando si trasformò nel villaggio dei Puffi: inizialmente era ufficiale, dato che fu proprio Júzcar a essere scelto dall’agenzia di marketing incaricata nel lancio del film dei Puffi come principale scenario dell’inaugurazione.

È grazie a questo che vennero dipinte di blu tutte le case del paese, includendo Municipio e Chiesa. Il gioco era fatto, nel 2011 Júzcar era il villaggio ufficiale dei puffi.

Successivamente, finito il reclamo del film, il paese continuò ad essere visitato da molti turisti e curiosi e visto i benefici di ciò, gli abitanti del paese decisero, tramite votazione, di continuare a mantenere il blu delle case.

Anni più tardi, però, nonostante il colore delle case e tutti i riferimenti dei Puffi, a Júzcar fu imposto di togliere la nomenclatura “villaggio dei Ouffi” e dovette cambiarla in un più generico “villaggio azzurro”. Questo, però, non priva il paese della bellezza e originalità che la contraddistingue tra tutti i paese d’Andalusia.

Cosa vedere a Júzcar

Come anticipato, visitare Júzcar è estremamente facile e piuttosto veloce. Quello che bisognerà apprezzare saranno senza dubbio la particolarità delle abitazioni e i vari riferimenti ai puffi che ritroviamo tra le vie del paese.

A Júzcar ci imbatteremo con vie e scorci fioriti davvero ammirevoli, tra i più belli della provincia di Malaga. Le statue di Grande Puffo, Puffetta e il murale di Gargamella sono senz’altro alcune delle attrazioni più fotografate dai turisti. Così come tanti altri murali e le casette a forma di fungo che ancora una volta ricorda perfettamente il famoso cartone animato.

Paese dei Puffi
Foto | TripAdvisor @MMMGGG – Spraynews.it

Per rendere la visita turistica più organizzata e gradevole, ci sono alcuni percorsi turistici da seguire e punti di interesse da non perdere, così come punti panoramici consigliati come per esempio:

  • il punto panoramico La Torrichela dove si trova anche la statua del Grande Puffo
  • il punto panoramico Jardón dove si trova la casetta-fungo
  • il punto San José
  • il punto panoramico Las Zuas
  • il punto El Molino

Infine, come già accennato, per i più piccoli si trovano, seminati tra le vie del paese, un bel po’ di attrazioni e giochi che rendono la visita di Júzcar un vero e proprio parco divertimenti rurale.

  • Il salto del “villano” di 200 metri e che dura 20 secondi
  • Il salto del Gran Zul di 150 metri e 15 secondi di durata
  • Palestra o masso orizzontale a parete
  • Scalata Fortachón: semplice parete di arrampicata verticale
  • Scalata Gruñón: parete di arrampicata
  • Ponte tibetano di circa 5 m
  • Ci sono anche alcuni lettini elastici

Per arrivare a Júzcar c’è una sola strada piuttosto stretta e a doppio senso: dopo aver lasciato Ronda, infatti, si imboccherà una strada di montagna che può mettere un po’ di soggezione, ma assicuro che non è affatto pericolosa.

È vero che in alcuni tratti è piuttosto stretta, ma ci sono molti spazi dove possono passare due auto tranquillamente. Solo bisognerà rispettare i limiti di velocità e rallentare ulteriormente quando si incrocia un veicolo nel senso opposto.

Infine, dormire a Júzcar non è una soluzione da sottovalutare, considerando la poca distanza da Ronda e Setenil de las Bodegas.

Se si volesse fare un tour di questi tre paesi è consigliabile dormire in zona Júzcar in questo senso offre molta tranquillità. Le strutture più comuni in paese sono case di campagna dove potersi rilassare.

Impostazioni privacy