Questi Paesi ti pagano per andarci a vivere: quali sono e quanti soldi ti danno

Se volete cambiare vita e anche Paese, ce ne sono alcuni che vi pagano per trasferirvi lì. Ecco tutte le condizioni e le agevolazioni.

Essere pagati per trasferirsi in un altro Paese e lavorare? Non sappiamo se sia il sogno di tutti, sicuramente di tanti. È sempre uno stimolo interessante quello di cimentarsi con nuove realtà, anche straniere. Qualcosa che possiamo fare se, evidentemente, non abbiamo particolari vincoli in Italia. Vi sorprenderà sapere che sono davvero tante le nazioni che pagano per trasferirsi lì e lavorare. Può essere molto conveniente: ecco una carrellata per chi volesse farci un pensierino.

In realtà, gli incentivi per i trasferimenti non sono solo stranieri. Diverse regioni, negli ultimi anni, hanno stanziato diversi fondi per il trasferimento in luoghi, per lo più piccoli borghi, che patiscono una delle tante piaghe del nostro territorio: lo spopolamento. Sono soprattutto le regioni del Sud e le Isole ad aver messo in campo queste misure.

Qualche esempio: fino a 28.000 euro se si decide di trasferirsi in alcuni piccoli ma suggestivi borghi della Calabria. Se ci si trasferisce a Presicce-Acquarica, cittadina della Puglia, si possono ottenere ben 30.000 euro e per trasferirsi in Sardegna fino a 15.000 euro. Ma un conto è cambiare regione, un conto è cambiare Paese. Lo fareste? Prima di rispondere, scoprite di quali nazioni stiamo parlando e quanto possa essere conveniente farlo.

I Paesi che pagano per andarci a vivere

Attenzione, come vedrete non si tratta di certo di Paesi del Terzo Mondo, ma, anzi, di nazioni molto evolute, sotto tutti i punti di vista. Partiamo, per esempio, dal Canada, che paga fino a circa 20 mila dollari canadesi, poco meno di 14 mila euro, affinché le persone si trasferiscano in città come Camden, Saskatoon e Pipestone. Si ricercano soprattutto neolaureati per rivitalizzare l’economia. Non mancano gli Stati Uniti. Città come Baltimore, Harmony e Tulsa danno sussidi per rilevare dei terreni e ristrutturare vecchie case diroccate. Ma ci sono anche grandi città come Detroit, che offre 2.500 dollari in assistenza abitativa ai nuovi arrivati, poi 1.000 dollari nel secondo anno dal loro trasferimento.

Finlandia
La Finlandia tra i Paesi che pagano per trasferirsi lì – (spraynews.it)

Spostandoci in Europa, parliamo della Spagna. Per chi si trasferisce a Ponga, piccolo paesino delle Asturie, ci sono 2.971 euro e altri 2.600 euro per ogni bambino nato lì. Bisogna però rimanere nel centro da 600-700 abitanti per almeno cinque anni. La ricchissima Svizzera offre poi fino a 70mila euro all’anno per ogni nucleo familiare. Ma si deve avere già un contratto di lavoro e decidere di vivere lì almeno per 10 anni. La Finlandia, invece, ha da sempre qualche problema con la natalità. Per questo offre un bonus fino a 10 mila euro annui per ogni bambino nato lì.

Cambiando ancora continente, la piccola città di Mishima, in Giappone, offre l’equivalente di migliaia di euro a chi si trasferisce lì. Ma a una condizione: si ricercano solo agricoltori e pescatori. Mentre il Cile offre sussidi per aprire la propria azienda e dà sia sconti in tassazione sia un ottimo supporto sanitario e amministrativo.

Impostazioni privacy