Si cerca Damion Alan Puluse: l’ex cantante degli Australian Bee Gees forse in Italia

Scomparso nel nulla da oltre una settimana Damion Alan Puluse, chitarrista e voce del progetto “The australian Bee Gees show”: potrebbe essere in Italia.

L’ex cantante di una tribute band ai Bee Gees, nota come “The australian Bee Gees Show”, è sparito nel nulla da oltre una settimana: si tratta di Damion Alan Puluse, americano ma con doppia cittadinanza italiana, classe 1972. Una delle ipotesi al vaglio è che possa essere proprio in Italia. Anche per tale ragione, un appello per il ritrovamento dell’uomo viene lanciato dalla trasmissione “Chi l’ha visto?”.

Di lui, che si definisce un bluesman e fa l’artista di strada, non si hanno notizie dalle ore 7.45 di martedì 6 febbraio: è stato infatti questo il suo ultimo avvistamento, avvenuto all’interno della stazione Ffs di Cadenazzo, nel Canton Ticino, in Svizzera. Nato il 28 maggio 1972,  l’uomo oltre che per la musica ha una grande passione per il viaggio, e da quanto si apprende non sarebbe in possesso di uno smartphone.

Aiutiamo la famiglia di Damion Puluse a ritrovarlo

che fine ha fatto Damion Puluse
Damion Puluse in un video condiviso dalla sorella (Spraynews.it)

L’uomo ha vissuto in diverse città degli Stati Uniti, come Boston nel Massachusetts e Austin nel Texas, inoltre Damion Puluse ha viaggiato in molte parti del mondo, dall’Europa all’Asia. Secondo quanto ha reso noto la polizia, l’uomo parla perfettamente l’inglese, ma avrebbe delle difficoltà con la lingua italiana. In ogni caso, anche se si fosse mosso dal Canton Ticino, dove appunto parlano italiano, il nostro Paese sarebbe una probabile destinazione.

Diffuse diverse informazioni su Puluse, alto 175 cm, pesa 80 chilogrammi e ha la carnagione bianca: i suoi occhi sono azzurri, mentre i capelli sono imbiancati rispetto ad alcune foto un po’ meno recenti che sono state diffuse di lui. Il musicista, al momento della scomparsa, indossava abbigliamento casual, ovvero jeans blu, scarpe marroni, una giacca verde e grigia e un berretto nero.

Sempre dalle informazioni che abbiamo a disposizione e che ricaviamo dal suo ultimo avvistamento nella stazione ferroviaria ticinese, il bagaglio di Damion Puluse era composto al momento della sparizione da alcune custodie per strumenti musicali, uno zaino marrone chiaro e una piccola sacca grigia. L’appello è quello di rivolgersi alle forze dell’ordine, anche italiane, in caso di avvistamento probabile.

Anche la sorella Vanessa sta lanciando appelli social, chiedendone la ricondivisione: ha postato delle foto insieme a Damion e ha spiegato anche che è stato possibile localizzare il suo ultimo movimento bancario, avvenuto in un supermercato di Locarno.

Impostazioni privacy