Sono questi i vini migliori al supermercato: risparmi tanto e sono buoni

I supermercati, specie quelli più forniti, hanno ampi spazi dedicati al vino: quali sono i vini migliori e più venduti in Italia?

Ce ne sono per tutti i gusti, tra bianchi, rosati e rossi, e i supermercati fanno a gara a caricare sempre più bottiglie e a dedicare spazi sempre più ampi alla vendita del vino. Il vino vende, piace e non passa mai di moda. È una bevanda adatta a molteplici occasioni, perfetta da consumare a casa, dopo un pasto, ideale da regalare a una persona cara, essenziale per brindare con amici e parenti durante un cena.

Insomma, il vino è la bevanda su cui fare affidamento. Inoltre, rappresenta una delle eccellenze italiane e, ogni anno, questo mercato fattura milioni e milioni. Insomma, di vino ne capiamo abbastanza, ma quali sono i marchi più venduti nei supermercati e che mettono d’accordo sul rapporto qualità/prezzo? Controlliamo i dati esaminati da Circana per Vinitaly e riportati da La Repubblica.

I vini più venduti nei supermercati italiani e con il miglior rapporto qualità/prezzo

Bottiglia di vino rosso in enoteca
Bottiglia di vino rosso in enoteca (Spraynews.it)

Dai dati possiamo sapere quali sono stati i vini più venduti nel 2023 nei supermercati italiani e i marchi preferiti dagli italiani. Prima di tutto, a colpire è il tasso di vendita dei vini rosati, superiore a quello dei vini bianchi. A differenza di quanto si possa pensare, i vini rossi sono i meno venduti. I vini frizzanti, invece, sono i meno considerati.

Il prezzo medio di una bottiglia è stato di 5,4 euro, un prezzo in aumento del 6,3% rispetto al 2022. Lo scorso anno sono state vendute 756 milioni di bottiglie di vino e spumante nella grande distribuzione. Dunque, si tratta di un dato significativo, perché, nonostante l’inflazione e l’incremento dei prezzi delle materie e dei prodotti, che indicono sul caro vita, il commercio del vino non si arresta.

Secondo le stime, nel 2023 il vino ha venduto di più rispetto agli anni precedenti. Lo studio, effettuato a Circana per Vinitaly, presenterà i dati conclusivi e totali alla fiera di Verona, il prossimo 15 aprile. Nel 2023, sono state vendute meno bottiglie di vino frizzante e di spumante, facendo registrare un calo dell’1,5% rispetto al 2022.

Le tipologie di vino più vendute nelle catene dei supermercati

I vini classici invece resistono bene, mentre si fanno sempre più avanti i vini locali, che fanno registrare un trend in crescita. Tra le tipologie di vino più vendute troviamo il Chianti (Toscana), il Lambrusco (Emilia Romagna/Lombardia), il Montepulciano d’Abruzzo (Abruzzo), il Vermentino (Sardegna/Toscana/Liguria), lo Chardonnay (Internazionale), il Barbera (Piemonete/Lombardia), il Sangiovese (Regioni varie).

E poi, il Primitivo (Puglia), il Negramaro (Puglia), il Merlot (Veneto), il Pignoletto (Emilia Romagna), Bonarda (Piemente/Lombardia), Nerodavola (Sicilia), Müller-Thurgau (Trentino Alto Adige), Prosecco (Veneto, Friuli). In crescita troviamo il Cerasuolo d’Abruzzo (rosato), Grillo (Sicilia), Pecorino (Marche/Abruzzo), Lugana (Lombardia/Veneto), Ribolla (Friuli Venezia Giulia).

Impostazioni privacy