The Walking Dead e gli attori che interpretano gli zombie: il retroscena di cui pochi sanno, incredibile ma vero

The Walking dead è una delle serie tv più amate e seguite degli ultimi anni, eppure esiste un retroscena che forse in pochi conoscono e che ha a che fare con gli attori del cast.

Parliamoci chiaro, il cast di the Walking dead è composto da moltissimi attori e se si chiede a qualcuno quale di loro sia davvero il più bravo è possibile che venga nominato uno di quelli che passa la maggior parte del suo tempo sotto la maschera di uno zombie. Lo show ne è pieno e fin qui nulla di strano.

Quello che però non tutti sanno è un retroscena davvero incredibile che ha a che fare proprio con questo tipo di scene: ebbene il cast per potersi preparare al meglio frequenta una vera e propria scuola di zombie ideata dal produttore esecutivo e mente degli effetti Greg Nicotero.

Insomma un particolare davvero interessante che il regista ha fortemente voluto per cercare di impressionare quanto più possibile lo spettatore e anche per rendere il tutto il più realistico e vero: ma entriamo nel discorso e scopriamo le sue parole.

The Walking dead, Nicotero: “Gli attori vanno tutti alla Zombie School”

Non ci sono davvero dubbi in merito alla questione, per rendere tutto il più realistico e naturale possibile, gli attore del cast di The Walkind Dead si impegnano davvero moltissimo e non solo seguono i consigli di chi li guida e si sottopongono a ore di trucco, ma frequentano una vera e propria scuola.

The Walkind dead
The Walking dead spraynews.it (screenshot The Walking Dead)

Ad avere rivelato il particolare è stato Nicotero nella sua lunga intervista per The Frame, in cui ha svelato quello che a tutti gli effetti è un vero e proprio retroscena che forse in pochi conoscevano, compresi gli appassionati della serie tv americana di grande successo: Beh, sai, ogni stagione teniamo audizioni per futuri camminatori e l’abbiamo affettuosamente chiamata Zombie School. Quindi verranno alla Zombie School e faranno il provino per me. Di solito mi rivolgo a 20 o 30 persone per classe e trascorro un’intera giornata facendo audizioni alle persone, sottoponendole ad alcuni esercizi in termini di quanto velocemente camminano, qual è il loro carattere, qual è la loro personalità, spiego loro che in molti casi, la performance può creare o distruggere una scena. Se hai qualcuno in una scena che non sembra recitare in modo autentico, potrebbe portare il pubblico fuori dalla scena”.

Ma non finisce qua, sempre nella sua spiegazione ammette che vuole: “Attori che possano portare le caratterizzazioni di Boris Karloff nel trucco del mostro di Frankenstein e non solo qualcuno che va in giro con le braccia tese davanti a sé. Molti degli zombie dello show appariranno sullo sfondo, ma lo showrunner Scott Gimple e i registi degli episodi sanno quando aggiungere peso a particolari membri della popolazione non morta”.

Una vera e particolare attenzione quella di Nicotero che ci tiene particolarmente nella buona riuscita del progetto, la domanda interessante sarebbe quella di capire per quante volte l’anno, gli attori frequentano la scuola di zombie: ma chissà che prima o poi non faccia sapere al suo pubblico anche questo.

Impostazioni privacy