Assegno di inclusione in arrivo: cosa NON puoi comprare con la carta Adi

L’Assegno di inclusione è in arrivo, cosa non è possibile acquistare con la nuova carta Adi: tutte le informazioni e i dettagli.

L’Assegno di inclusione è stato introdotto in Italia con il Decreto Lavoro 48/2023 ed è entrato in vigore proprio il 1° gennaio del 2024: questa misura è arrivata per sostituire il Reddito di Cittadinanza. Il Governo ha lavorato tantissimo in questi anni per offrire nuovi aiuti agli italiani. Per usufruire di questo nuovo sostegno serve comunque avere un ISEE familiare non superiore ai 9.630euro e devono essere presenti in famiglia soggetti come disabili o minori (qui vi abbiamo fornito una spiegazione per capire cosa fare per averlo).

Attenzione però: non possono usufruire dell’Assegno di inclusione i nuclei familiari in cui c’è un disoccupato a seguito di dimissioni volontarie prese nei 12 mesi precedenti alla domanda. La carta ADI viene consegnata direttamente dagli uffici postali a tutti i beneficiari: bisogna attendere ovviamente la convocazione tramite mail o sms. Chi ha presentato correttamente la domanda e nei tempi giusti ha la carta già a partire dal mese di gennaio. Chi ha presentato la domanda ad inizio 2024 riceverà l’aiuto soltanto a febbraio ma non perderà comunque la prima mensilità (qui il calendario dei pagamenti). A questo punto, vediamo insieme cosa non sarà possibile acquistare con la nuova carta.

Assegno di inclusione: cosa non potrai comprare con la carta Adi

Assegno di inclusione cosa non puoi acquistare
Supermercato – Spraynews.it

Con la carta di inclusione è possibile quindi acquistare beni di prima necessità e non solo: potete soddisfare anche le esigenze previste per la Carta acquisti. La lista delle cose che non potete comprare è piuttosto lunga: come prevedibile, non sarà possibile acquistare giochi che prevedono vincite in denaro. Niente sigarette o derivati del fumo, vietati anche giochi pirotecnici e prodotti alcolici. La carta di inclusione non può essere usata per acquistare o noleggiare navi di imbarcazioni e nemmeno materiale per adulti.

Non sarà possibile investire in servizi finanziari e creditizi: il reddito di inclusione non trova applicazione neppure in servizi di trasferimento di denaro o assicurativi. In conclusione, non sarà possibile acquistare articoli di gioielleria e di pellicceria e non sarà possibile effettuare acquisti presso gallerie d’arte. Possibile invece pagare il mutuo con la carta Adi: “I nuclei familiari, residenti in abitazione di proprietà, per il cui acquisto o per la cui costruzione è stato contratto un mutuo, possono attraverso la carta Adi effettuare un bonifico mensile a favore dell’intermediario che ha concesso il mutuo”, si legge.

Impostazioni privacy