Come sta oggi lo psichiatra Alessandro Meluzzi: le condizioni dello psichiatra dopo il grave malore

Lo psichiatra noto anche al pubblico televisivo ha avuto un grave malore sabato scorso, ecco come sta adesso.

Alessandro Meluzzi è stato male sabato 2 dicembre verso le 15. Ad allertare i soccorsi, stando a quanto è trapelato, sarebbe stato un paziente nel suo studio medico in via Tripoli a Rimini.

Dopo aver ricevuto i primi soccorsi, lo psichiatra è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Infermi e successivamente trasferito alla Neurochirurgia del Bufalini, dove è stato immediatamente portato in sala operatoria. Qui è stato sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza per limitare i danni dell’ischemia cerebrale che lo ha colpito.

Come sta adesso Alessandro Meluzzi dopo il malore

Secondo testate locali come Il Corriere di Romagna le condizioni di Alessandro Meluzzi a tre giorni dal ricovero restano gravi ma stabili. Il bollettino medico ha comunicato che lo psichiatra ha superato con successo l’operazione, ma che la prognosi rimane riservata. Attualmente Meluzzi si trova nel reparto di rianimazione, in attesa di miglioramenti delle sue condizioni di salute.

Il malore dello psichiatra è stato provocato da una emorragia cerebrale causata dalla pressione sanguigna alta. La lunga operazione fortunatamente avrebbe avuto un esito confortante e attualmente si attendono evoluzioni positive anche sulle sue condizioni di salute.

meluzzi condizioni di salute
Le attuali condizioni di salute di Meluzzi (Foto Ansa) – spraynews.it

Alessandro Meluzzi, divenuto noto al pubblico del piccolo schermo grazie alle sue frequenti apparizioni televisive in trasmissioni di cronaca nera (tra le quali ricordiamo Quarto Grado), è originario di Napoli dove è nato il 9 ottobre 1955. Ha sempre vissuto però sulla riviera romagnola, dove ha svolto la sua attività professionale. Alle spalle Meluzzi ha anche una militanza politica iniziata con la militanza giovanile nel Partito Comunista e poi nel Partito Socialista Italiano di Bettino Craxi. Successivamente il professionista è passato a Forza Italia con la quale è approdato alla Camera dei deputati (1994) e in Senato (1996). Dopo aver lasciato Forza Italia, Meluzzi ha militato nell’UDR di Cossiga, in Rinnovamento Italiano e nella Federazione dei Verdi, prima dell’approdo nell’UDEUR di Mastella nel 2000. Nel 2001 ha concluso la sua esperienza parlamentare.

A lungo vicino al sacerdote don Pierino Gelmini, Alessandro Meluzzi è finito al centro delle polemiche nel periodo del Covid per le sue posizioni antivacciniste che gli sono costate la sospensione dall’Ordine dei medici di Torino insieme ad altri circa 200 sanitari. Dopo il malore, sulla pagina Facebook dello psichiatra è apparso il messaggio «Preghiamo uniti» accompagnato da un’immagine della coroncina della medaglia miracolosa.

Impostazioni privacy