Crocché di patate, per la prima volta li ho preparati così: non ne è avanzato uno

Un classico intramontabile che fa felici grandi e piccini, se le fai così ci vuole un attimo!

Nel panorama gastronomico italiano le ricette a base di patate sono senza dubbio moltissime e, come spesso accade, qualsiasi versione portiamo in tavola che ha come protagonista questo tubero è in grado di riscuotere un enorme successo. Non potrebbe però esserlo di più quando, unito al gusto delle patate, decidiamo di aggiungere il tocco ricco che solo la frittura sa dare, in questo contesto dunque c’è un piatto su tutti che può fare davvero la differenza e parliamo cioè delle crocchette di patate. Il segreto per avere delle crocchette morbide dentro e croccanti fuori è tuttavia ancora sconosciuto a molti ma seguendo questa ricetta potrete raggiungere la perfezione nella preparazione di questo piatto.

Crocchè di patate da fare invidia a tutti: Le prepari così e non ne avanzerà nemmeno una!

Crocché di patate
crocchette di patate (Spraynews.it)

La frittura tra le preparazioni della nostra penisola è sicuramente è un grande classico, soprattutto quando si scende verso il sud. È proprio a Napoli che infatti nascono le crocchette di patate, chiamate anche Crocchè, ma possiamo dire che anche in puglia, Sicilia e Calabria questo piatto viene preparato con cadenza piuttosto comune.

Le crocchette di patate sono un pasto sfiziosi da proporre dall’antipasto o per l’aperitivo alla quale nessuno dirà mai di no, soprattutto se preparate seguendo questa ricetta classica ed intramontabile. Per iniziare avremo bisogno di un chilogrammo di patate con il quale riusciremo a fare circa 20 crocchette, queste andranno pelare e messe a cuocere in acqua bollente per circa 40 minuti dopodiché andranno scolate e lasciate raffreddare.

Passata almeno un ora, quando le patate saranno ben fredde, sarà il momento di unire 3 albumi d’uovo,120 grammi di parmigiano, noce moscata, prezzemolo tritato, sale e pepe. L’impasto andrà amalgamato bene e dopo averlo reso omogeneo questo andrà messo su una spianatoia ben infarinata dove andremo a creare un serpentello abbastanza cicciotto.

Ottenuto il nostro serpentello lo taglieremo nei classici cilindretti che andranno passati nei tuorli che abbiamo lasciato precedentemente. Il vero segreto a questo punto diventa la panatura, per ottenere una croccantezza unica dovremo impanare due volte le nostre crocchette passandole nell’uovo e nel pangrattato, a questo punto il gioco è fatto e le vostre crocchette di patate saranno pronte.

Per la frittura dovremo utilizzare olio di semi e fare attenzione che questo sia ben caldo prima di immergere le nostre crocchette, se avete un termometro apposito l’ideale sarebbe iniziare. Affiggere quando l’olio avrà raggiunto 175 gradi, basteranno due minuti e quando le crocchette saranno ben dorate potranno essere scolate e appoggiare su della carta assorbente.

I vostri bambini non potranno che essere felici, ma anche il resto della famiglia non sarà da meno, quel che resta da fare è di servirle non appena stemperate e godersi il gusto pieno di questo piatto semplice ma mai banale.

Impostazioni privacy