Dolci di Carnevale, arriva una brutta notizia: questi non si trovano più nei negozi e il motivo è spiacevole

Si avvicina il carnevale e alcuni dei dolci simbolo di questa festa sono stati ritirati dal commercio per rischi legati alla ricetta.

Quest’anno il Carnevale arriverà molto presto, infatti il conto alla rovescia per la settimana di festeggiamenti è già iniziato. Nei supermercati, però, la festività è arrivata ancora prima.

Neanche il tempo di mettere da parte pandori e panettoni che sono spuntate sfrappe, castagnole e arancini. Moltissimi di questi prodotti infatti sono già nelle corsie dei negozi, confezionate e pronte per essere consumate.

Bisognerà però fare bene attenzione a ciò che si mette nel carrello, infatti recentemente sono stati ritirati dal commercio diversi lotti di prodotti dolciari per rischio fisico e presenza di allergeni.

Sfrappe e dessert: i prodotti vengono richiamati per pericolo fisico

Tortine al cioccolato
Allerta di rischio fisico per i dessert di una nota azienda dolciaria – Spraynews.it

Non succede di rado di sentire che alcuni lotti di cibo vengano ritirati per i più disparati problemi. Questo tipo di strumento è molto importante per cercare di arginare o evitare dei problemi legati all’ingestione di sostanze dannose.

In questo periodo sono due le pietanze che sono state ritirate dal mercato, entrambi prodotti dolciari. Se credi di aver acquistato una di queste due cose il consiglio è quello di controllare e confrontare il numero del lotto di produzione.

Ma di cosa si tratta? Nel caso di pericolo di danno fisico si tratta del dessert della Toblerone. Come viene dichiarato, il pericolo è quello di trovare corpi estranei non ingeribili all’interno della confezione. Il numero del lotto incriminato  133120016 con scadenza 23, 24, 30 gennaio 2024 e 1,5,7 febbraio 2024.

Il ritiro è stato anche il destino di alcune sfrappe vendute in scatola, nello specifico quelle della Santangelo Group con numero di lotto L24006  e in scadenza il 20 maggio di quest’anno.
In questo caso il rischio è di diverso tipo, sembrerebbe infatti che nell’etichetta della confezione non vi fossero indicati gli ingredienti e allergeni, mettendo così in pericolo la saluta dei consumatori.

Carnevale senza frappe: le alternative

Prima di acquistare questi due prodotti confezionati è quindi  bene fare attenzione al numero di lotto. Ovviamente gli addetti dei supermercati vengono immediatamente informati così da poter togliere di mezzo ogni confezione sospetta.

Ma come si può festeggiare il Carnevale senza uno dei suoi simboli? Non si può e per fortuna non si deve. Sono moltissime le aziende che producono il dolce per poi venderlo confezionato nei supermercati, così come è facile trovare pasticcerie e forni inondati di qualsiasi tipologia, forma e guarnizione di frappe e altro dolce.

Impostazioni privacy