Emily in Paris, le più belle location della serie TV

In attesa dell’avvio delle riprese della quarta stagione, godiamoci le atmosfere parigine che hanno conquistato il cuore della protagonista (e del pubblico!)

Con la fine dello sciopero del sindacato americano Writers Guild of America e la progressiva ripresa delle contrattazioni tra le maestranze creative dello spettacolo e gli studios, Netflix ha annunciato la ripresa delle sue produzioni, riaccendendo i riflettori sul set di una delle serie più iconiche degli ultimi anni: Emily in Paris.

Infatti, a un anno dal rilascio della terza stagione, la serie con protagonista Lily Collins nei panni di una sognatrice americana trapiantata a Parigi dovrebbe riprendere le riprese entro gennaio, prima che la capitale francese sia blindata per la preparazione alle Olimpiadi 2024 del prossimo agosto. Per il momento, si sa solo che la produzione dovrebbe spostarsi dagli studios Cité du Cinema agli Studios Monjoie e che molte scene saranno girate ancora una volta all’esterno, per i romantici e pittoreschi arrondissement di Parigi.

Quindi, mentre aspettiamo di scoprire quale sarà il futuro di Emily Cooper, la quale dovrà capire se tutto ciò che ha ottenuto è davvero quello di cui ha bisogno, tra colpi di scena sentimentali, moda e umorismo alla francese, perché non tornare con la mente – e con gli occhi – ai luoghi che fanno da sfondo alla serie? Ecco una panoramica delle location più iconiche di Emily in Paris.

I luoghi di Emily in Paris

Torre Eiffel 

La Torre Eiffel è senza dubbio il punto di riferimento più iconico di Parigi, nonché uno dei luoghi più popolari scelti dai turisti per scattare selfie ricordo della città. Ovviamente, in Emily in Paris non potevano mancare scene ambientate in questo posto magico:  dall’episodio iniziale in cui Emily si fa un selfie con la torre sullo sfondo, fino alla cena da Savoir al ristorante stellato nella terza stagione, la Torre Eiffel svolge un ruolo di rilievo nella trama.  

Ma ottenere delle foto che tolgano davvero il fiato, immortalando il vero spirito parigino, il segreto è recarsi al Trocadéro, uno dei migliori punti panoramici da cui ammirare la Torre Eiffel. Inoltre, l’iconica torre è ancora più affascinante di sera, quando viene illuminata da innumerevoli luci scintillanti che risplendono nel cielo notturno. Non a caso, uno spettacolo simile ha lasciato Emily senza parole durante il lancio della fragranza Maison Lavaux da Antoine nella prima stagione. 

 

Place de l’Estrapade, 5° arrondissement 

L’appartamento di Emily (e del suo affascinante vicino Gabriel, al piano di sotto!) si trova in Place de l’Estrapade, un luogo  he permette di vivere Parigi come un vero cittadino del posto. Godersi una passeggiata nella pittoresca piazza  significa godere dell’atmosfera di questo splendido sobborgo, situato nel cuore del suggestivo Quartiere Latino. La piazza è caratterizzata da una graziosa fontana centrale, alberi verdi e accoglienti panchine, che creano un ambiente incantevole. Inoltre, a pochi passi da Place de l’Esreapade si trova anche Arcoy, il luogo del primo incontro di Emily e Camille. 

 

Il Panthéon, 5° arrondissement  

Proprio dietro l’angolo da Place de l’Estrapade, sorge l’imponente edificio del Panthéon. Originariamente concepito come una chiesa neoclassica commissionata da Luigi XV, il Panthéon è stato poi trasformato in un monumento laico dedicato ai “grandi uomini della Repubblica” che si sono distinti durante la Rivoluzione francese. Al suo interno, infatti,  riposano figure illustri come Jean-Jacques Rousseau e Victor Hugo. La sua imponente cupola e la maestosa facciata sono uno spettacolo da ammirare, mentre gli interni decorati sono adornati da magnifici affreschi e sculture. In particolare, in  Emily in Paris il Panthéon fa da sfondo alla rottura della protagonista con il suo ragazzo a Chicago. Inoltre, nelle vicinanze, si trova  The Bombardier, dove Emily e il suo nuovo interesse romantico, Alfie, hanno condiviso un drink dopo una lezione di francese nella seconda stagione. 

Palais Royal, 1° arrondissement 

È in questo luogo che Emily trascorre la sua pausa pranzo e fa la conoscenza della sua prima amica a Parigi, la cosmopolita Mindy Chen, che lavora come ragazza alla pari. Questo elegante parco si trova nel cuore della città, a due passi dal Louvre: un luogo conosciuto per i suoi giardini ben curati, le fontane ornamentali e gli spazi all’aperto per sedersi e rilassarsi. Al suo interno, la Cour d’Honneur presenta pilastri a strisce realizzati dall’artista Daniel Buren. 

Emily in Paris: Palais Royal
Emily e Mindy nelle loro pause pranzo ai Giardini del Palais Royal | @netflix

Inoltre, nei pressi delle meraviglie di Palais Royal si trova si trova Place de Valois, dove ha sede l’ufficio in cui lavora Emily.  Il nome della piazza deriva da Luigi Filippo I, l’ultimo re dei francesi durante la restaurazione del XIX secolo, nato proprio nel vicino Palais Royal. Oggi, la piazza ospita il prestigioso Grand Hôtel du Palais Royal e il ristorante Le Bistrot Valois, dove Emily ha cenato con i suoi colleghi nel secondo episodio della prima stagione. 

Opéra Garnier, 9° arrondissement 

Nel sesto episodio della prima stagione, Emily fa visita al sontuoso Palais Garnier. Questo teatro dell’opera, progettato dall’architetto Charles Garnier su richiesta di Napoleone III, presenta una facciata esterna imponente e indiscutibilmente splendida. I particolari  più straordinari del teatro annoverano una scalinata centrale in marmo degna di una fiaba e un murale onirico realizzato da Marc Chagall sul soffitto del grande auditorium. 

Assistere a uno spettacolo al Palais Garnier è un’esperienza indimenticabile e le visite guidate permettono ai visitatori di scoprire la leggenda del Fantasma dell’Opera e di esplorare i segreti e la storia affascinante di questo luogo iconico. 

Montmartre 

Montmartre, situato su una pittoresca collina di Parigi, emana un fascino romantico che attira visitatori da ogni angolo del mondo. Celebre per le sue strade tortuose e acciottolate, la sua ricca storia artistica e l’atmosfera vibrante, Montmartre riveste un ruolo di primo piano nella trama di Emily in Paris. Nella prima stagione, Emily e Mindy cenano all’interno del celebre ristorante La Maison Rose, noto per i suoi toni vivaci di rosa e verde, perfetto per condividere foto su Instagram. Emily si cimenta anche nella creazione di una campagna di marketing per un’azienda di materassi di lusso presso Place Dalida, una famosa piazza di Montmartre. 

Aggirandosi tra le stradine del quartiere si può visitare il Sacro Cuore, situato nel punto più alto di Montmartre, per godere di viste panoramiche mozzafiato sulla città di Parigi.  

Pont des Arts, Pont Neuf, le rive della Senna e i Giardini del Lussemburgo 

Il personaggio di Emily è un’appassionata di jogging, come qualsiasi ragazza americana che si rispetti. Infatti, nei primi episodi della serie, la vediamo correre lungo i marciapiedi che costeggiano  la Senna,  simbolo iconico del paesaggio parigino, con i suoi pittoreschi ponti (37 in totale a Parigi) che si stagliano ovunque. 

In particolare, nella prima stagione, Emily prende parte con la sua agenzia a una pubblicità con modelle nude sul maestoso Pont Alexandre III, dal dorato splendore. Nella seconda stagione, vediamo la protagonista passeggiare in modo sognante lungo il Pont Neuf, il ponte più antico di Parigi, costruito per volere di Enrico IV. La sua amica Mindy, invece, si esibisce suonando per strada sul Pont des Arts, un ponte che collega il Louvre all’Istituto francese, aggiungendo un tocco musicale alla scena. 

Un altro sfondo magico delle sessioni di jogging di Emily sono i Giardini di Lussemburgo, originariamente costruiti all’inizio del XVII secolo come giardino privato di Maria de Medici. Il parco si estende su oltre 60 acri e vanta giardini magnificamente curati, fontane e splendide sculture, attorniato da suggestivi viali ombrosi.  

Cimitero Père Lachaise, 20° arrondissement 

Nella seconda stagione, Emily si immerge sempre di più nella suggestiva atmosfera della città francese, facendo visita al famoso cimitero di Père Lachaise. Questo vasto e rinomato luogo di riposo e parco è diventato, negli ultimi anni, una tappa obbligata per i turisti, grazie ai suoi suggestivi viali alberati e alle sepolture di celebrità parigine. Tra le personalità qui sepolte figurano Oscar Wilde, Jim Morrison, e Edith Piaf. 

Nella serie, vediamo Emily passeggiare tra le tombe insieme al suo eccentrico collega Luc, che si serve dell’atmosfera da “memento mori” del cimitero di Père Lachaise per darle consigli con il tipico sentimento francese di “non perdere tempo con i sensi di colpa”.  

I ristoranti di Emily in Paris 

La Boulangerie Moderne 

Questo è il luogo preferito di Emily per le sue colazioni parigine: La Boulangerie Moderne, una rinomata panetteria famosa per i suoi croissant al cioccolato, le brioche e, ovviamente, le immancabili baguette. La Boulangerie Moderne è una tappa imprescindibile per ogni appassionato di pasticceria, darà la varietà di prelibatezze francesi sfornate ogni giorno. Il locale si trova in un quartiere vibrante e vivace situato nel nono arrondissement di Parigi. 

Il ristorante di Gabriel – Bistrot Terra Nera 

Il ristorante di Gabriel, noto come Les Deux Compères nella serie, è in realtà un bistrot specializzato in cucina italiana chiamato Terra Nera. Situato nell’antica cornice di una macelleria, il piccolo locale si trova al 18 di Rue des Fossés Saint-Jacques. Il bistrot offre un’atmosfera tipicamente parigina, con tavoli all’aperto che si affacciano sul marciapiede, dove le strade lastricate e l’architettura tradizionale di Parigi creano la scenografia tipica di Emily in Paris. Il locale offre  l’opportunità di deliziarsi con il cibo, il vino e l’affascinante atmosfera parigina, con un menu che propone un delizioso mix di cucina francese e italiana, con piatti creativi e tradizionali. 

Emily in Paris: il ristorante di Gabriel
Emily e Mindy a pranzo nel ristorante di Gabriel | @netflix

Il TRAM Café 

Proprio dietro l’angolo dall’appartamento di Emily, si trova il TRAM Café, un accogliente bar che consente di immergersi in un’atmosfera fatta di fumante caffè e letteratura. La facciata colorata di un blu profondo ha reso il locale il posto più  riconoscibile di tutta la serie, dove Emily ha condiviso momenti divertenti e confessionali drammatici con Luc, Sylvie e Mindy. Affacciate sul vivace quartiere del Quartiere Latino di Parigi, noto per le sue strade pittoresche, i bar, i cabaret e l’atmosfera vivace, le grandi finestre di TRAM Café offrono una vista sulle strade circostanti, creando un ambiente ideale per osservare il mondo che scorre fuori. 

Café de Flore 

Il professor Thomas, con il suo atteggiamento tra il simpatico e lo snob, intrattiene per una serata Emily al Café de Flore a Saint-Germain-des-Prés, un caffè che ha aperto le sue porte nel lontano 1880. Questo luogo vanta un passato di illustri frequentatori, da Jean-Paul Sartre a Simone de Beauvoir.  

Il Café de Flore è una vera e propria istituzione a Parigi, celebre per il suo ruolo nella storia letteraria e culturale. Fu inaugurato nel 1880 e divenne presto un punto di incontro per intellettuali, artisti e scrittori, tra cui Ernest Hemingway. L’area circostante, nota come Saint-Germain, è una delle zone più affascinanti di Parigi, situata a pochi passi dalla Senna e dal Museo del Louvre. Inoltre, nelle vicinanze del famoso café si trova Monnaie de Paris, la sede dell’iconica sfilata di moda di Pierre Cadault. 

Impostazioni privacy