Emmy Awards, alcuni dei momenti più controversi nella storia dell’evento

Tra i momenti più drammatici degli Emmy Awards è impossibile scordare la caduta accidentale di Heidi Klum, ma non sono di certo finiti qui

Gli Emmy Awards onorano le performance drammatiche che vengono trasmesse sulle nostre televisioni, ma a volte i drammi che circondano la cerimonia possono essere altrettanto succosi. Ecco dunque alcuni dei momenti più controversi degli Emmy, dagli scioccanti eventi sul palco al dramma dietro le quinte.

I momenti più controversi degli Emmy Awards

Iniziamo con l’edizione degli Emmy Awards del 2014, quando Bruce Rosenblum, allora Presidente dell’Academy of Television Arts & Sciences ha tenuto un discorso sullo stato dell’industria televisiva.

Sofia Vergara
Foto | Wikimedia Commons @iDominick – Spraynews.it

Per attirare più spettatori interessati al discorso, l’attrice Sofia Vergara è salita su un piedistallo rotante e ha mostrato le sue curve mentre Rosenblum pronunciava le sue osservazioni.

Lo scherzo suscitò immediatamente polemiche, con alcuni che sostenevano che promuovesse l’oggettivazione. Nonostante il contraccolpo, Vergara rimase fedele allo scherzo.

Quando le è stato chiesto se pensava che l’acrobazia fosse sessista, Vergara ha detto: “Penso che sia assolutamente il contrario. Significa che qualcuno può essere sexy e anche essere divertente e prendersi gioco di sé stessa”.

Poi ricordiamo Katherine Heigl, la quale ha recitato nelle prime sei stagioni di Grey’s Anatomy, è stata il primo membro del cast dello show a vincere un Emmy e, quando lo ricevette come miglior attrice non protagonista nel 2007, sembrava scioccata e mormorò “Oh, merda” prima di dirigersi sul palco.

Nel suo discorso, la Heigl ha detto che non si aspettava di vincere, e ha anche detto che i suoi genitori le avevano detto che un attore dei Soprano probabilmente avrebbe vinto perché era l’ultima stagione del successo della HBO.

L’anno successivo, la Heigl scioccò fan e colleghi quando decise di ritirare il suo nome dalla contesa degli Emmy. “Non pensavo che mi fosse stato dato il materiale in questa stagione per giustificare una nomination agli Emmy e, nel tentativo di mantenere l’integrità dell’organizzazione dell’accademia, ho ritirato il mio nome dalla contesa”, ha detto in una nota. Alcuni hanno preso le sue azioni come un affronto nei confronti degli autori dello spettacolo.

In How to Save a Life, una storia orale dello spettacolo di Lynette Rice, Heigl ha detto che avrebbe potuto gestire la situazione in modo diverso. “Avrei potuto dirlo con più garbo senza entrare in una questione di lavoro privato. Era tra me e gli scrittori. Ho teso loro un’imboscata e non è stato molto carino o giusto.” La Heigl è uscita dallo spettacolo poco dopo il dramma della premiazione e ha detto che presto si è guadagnata la reputazione di essere “difficile” a Hollywood.

Helen Mirren vinse il premio come migliore attrice in una miniserie del 2006 per il suo ruolo da protagonista in Elisabetta I: mentre sul palco pronunciava il suo discorso di ringraziamento, Mirren ha scherzato: “Il mio grande trionfo non è stato cadere a terra quando mi sono avvicinata a quelle scale.”

Nonostante il fatto che gli Emmy abbiano avuto un piccolo ritardo per garantire che nessuna parolaccia sfuggisse alla censura, l’accento britannico di Mirren era apparentemente così forte che la censura non si è accorta delle sue imprecazioni. Più tardi nella trasmissione, l’attore Calista Flockhart ha ripetuto la battuta, eludendo ancora una volta la censura.

Jimmy Kimmel non è estraneo nell’ospitare gli Emmy – avendolo fatto nel 2012, 2016 e 2020 -. Durante la cerimonia del 2016, tenutasi mentre la stagione delle elezioni presidenziali si stavano riscaldando, Kimmel ha deciso di dare qualche colpo ai sostenitori di Donald Trump.

“Molti si sono chiesti, chi è la colpa di Donald Trump? E vi dirò chi. È seduto proprio lì”, ha detto indicando Mark Burnett, che ha prodotto The Apprentice. “Quel ragazzo. Mark Burnett, l’uomo che ci ha portato Celebrity Apprentice. Grazie a Mark Burnett, non dobbiamo guardare i reality show perché viviamo in uno di essi. Se Donald Trump viene eletto e costruisce quel muro, il primo la persona che stiamo scartando è Mark Burnett.” Mentre Burnett ha preso con calma la battuta, in seguito ha ringraziato Kimmel per aver dato a Trump pubblicità gratuita

Mentre ospitava nuovamente i premi nel 2020, Kimmel ha fatto un’altra battuta controversa e politicamente carica. Dopo aver perso il premio Outstanding Variety Talk Series a favore di John Oliver, che è britannico, Kimmel ha scherzato: “Congratulazioni ancora a John Oliver; lo segnalerò all’ICE”, riferendosi alle dogane e alle forze dell’ordine degli Stati Uniti sull’immigrazione.

La battuta ha immediatamente causato una reazione negativa, con le persone sui social media che hanno definito le osservazioni di Kimmel insensibili e un esempio di privilegio bianco.

I drammi non finiscono mai

Nel 2008, un gruppo di star dei reality, tra cui Tom Bergeron, Heidi Klum, Ryan Seacrest, Howie Mandel, e Jeff Probst, sono stati selezionati per ospitare la cerimonia per celebrare la creazione del nuovo Best Reality Host Award.

Andrew Cuomo
Foto | Wikimedia Commons @Metropolitan Transportation Authority of the State of New York – Spraynews.it

Durante una scenetta improvvisata, Klum finse di svenire tra le braccia di un ignaro Bergeron, il quale però ha lasciato cadere accidentalmente Klum e lei è caduta a terra, procurandosi un brutto livido che la coppia ha mostrato nel backstage.

L’ex governatore di New York Andrew Cuomo, nel 2020, ha vinto l’International Emmy Founders Award per i suoi briefing quotidiani sulla pandemia di coronavirus, considerati rassicuranti e informativi. Secondo l’International Academy of Television Arts & Sciences, il premio, assegnato anche ad Al Gore e Oprah Winfrey, viene generalmente assegnato a qualcuno che “oltrepassa i confini culturali per toccare la nostra comune umanità”.

Dopo che le accuse di molestie sessuali iniziarono ad emergere intorno a Cuomo, si dimise da governatore e il giorno successivo l’Accademia ha deciso di revocargli il premio.

“L’International Academy ha annunciato oggi che, alla luce del rapporto del procuratore generale di New York e delle successive dimissioni di Andrew Cuomo da governatore, revocherà il suo speciale International Emmy Award 2020”, ha affermato l’organizzazione.

“Il suo nome e qualsiasi riferimento al fatto che abbia ricevuto il premio saranno eliminati dai materiali dell’Accademia Internazionale d’ora in poi.” Cynthia Nixon, che si è candidata contro Cuomo alle primarie governative democratiche nel 2018, ha twittato: “La differenza tra me e Andrew Cuomo? Nessuno di noi è governatore, ma ho ancora i miei Emmy”.

E infine, nel 1983, Eddie Murphy e Joan Rivers si unirono per ospitare la cerimonia. L’improbabile coppia ha finito per scioccare il pubblico con la loro routine, con Rivers che ha fatto una battuta su “un nero, un ebreo, due donne e uno storpio” che molti hanno ritenuto inappropriato. La trasmissione era anche piena di volgarità. Di conseguenza, nessuno dei due comici controversi è stato invitato a riprendere il ruolo di conduttore degli Emmy.

Impostazioni privacy