Emmy, quali serie tv sono state snobbate nel corso degli anni?

Le serie TV che, nonostante il loro successo e l’acclamazione del pubblico, sono state snobbate dagli Emmy nel corso degli anni

Gli Emmy Awards sono uno dei premi più prestigiosi nel mondo della televisione, ma nonostante i loro 73 anni di storia, molte serie TV di successo sono state snobbate nel corso degli anni. In questo articolo, esploreremo alcune delle serie più famose che non sono mai riuscite a vincere un Emmy, nonostante il loro successo di pubblico e critica. Scopriremo anche il motivo per cui queste serie sono state poco riconosciute e se il loro successo duraturo ha compensato la mancanza di vincita agli Emmy.

Cosa sono esattamente gli Emmy Award

Noto come Premio Emmy o Emmy Award, questo riconoscimento è uno dei più stimati negli Stati Uniti, potendosi paragonare all’Oscar nel campo del cinema. L’Academy of Television Arts & Sciences ha dato vita a questo premio con l’intento di arricchire l’onore e la fama dell’industria televisiva. Il suo esordio avvenne il 25 gennaio 1949 all’Hollywood Athletic Club di Los Angeles, e inizialmente era riservato solo alle trasmissioni televisive locali.

Col susseguirsi degli anni, l’importanza della cerimonia degli Emmy Awards è notevolmente aumentata. Nel 1955 è nata la National Academy of Television Arts and Sciences, un organismo incaricato di gestire l’attribuzione dei premi. Grazie alla sua espansione, sono state aperte sedi in diverse aree degli Stati Uniti, permettendo così la distribuzione dei premi a livello locale. A partire dal 1974, la celebrazione del premio è stata divisa in due sezioni: i Primetime Emmy Awards, per i programmi in onda in serata, e i Daytime Emmy Awards, per quelli trasmessi durante il giorno.

Nel corso degli anni, le due accademie iniziali hanno preso percorsi differenti, pur mantenendo lo stesso logo e il medesimo trofeo per i premi, ma gestendo cerimonie separate. Nel 1969, è stata creata una terza istituzione, l’International Academy of Television Arts & Sciences, con la finalità di onorare le produzioni televisive provenienti da tutto il mondo. Attualmente, la cerimonia dei Primetime Emmy Awards è quella di maggiore notorietà.

Il Premio Emmy rimane un punto di riferimento significativo nel panorama televisivo americano, elargendo premi alle opere più meritorie e contribuendo a rafforzare la gloriosa storia della televisione.

 

Le serie snobbate agli Emmy Awards 2023

Better Call Saul ha vissuto una feroce battuta d’arresto durante l’ultima edizione degli Emmy Awards, la 75°, svoltasi al Teatro Peacock a Los Angeles. La serie, con le sue sei stagioni, ha accumulato un totale di 53 nomination senza assicurarsi una singola vittoria. Questo ha portato a conferirle la non invidiabile etichetta di “la serie televisiva più ignorata di sempre”. Ciò che avrebbe dovuto essere l’opportunità finale per il sequel di Breaking Bad di aggiudicarsi un premio, si è rivelato una cocente delusione.

Ma Better Call Saul non è stata l’unica a essere ignorata dall’Academy durante questa edizione degli Emmy Awards.

Anche le ben accolte Ted Lasso e La fantastica signora Maisel, pur avendo l’ultima possibilità di vittoria, hanno visto sfumare i loro primati. Rachel Brosnahan, protagonista dell’ultima stagione della comedy di Prime Video, avrebbe meritato la vittoria, ma il destino dei premi spesso lascia qualcuno scontento.

Ora attira l’attenzione la stagione televisiva in corso, con la domanda su quali serie potrebbero ereditare i premi di Succession.

popcorn con telecomando tv
Foto | @Canva – spraynews.it

Ma vediamo ora insieme tutte le serie sono state palesemente scartate, pur meritando il premio.

Better Call Saul, in onda per sei stagioni dal 2016 al 2022, è stata acclamata e persino ritenuta più impattante e solida rispetto al suo antecessore, Breaking Bad, che ha ottenuto 58 nomination e 16 vittorie agli Emmy. Tuttavia, nonostante le sette nomination come migliore serie drammatica, Better Call Saul non ha mai vinto.

New Girl, con la sua amabile protagonista Zooey Deschanel, nonostante abbia conquistato il cuore del pubblico, ha ricevuto solo cinque nomination agli Emmy, senza mai vincere.

Pur avendo due candidature, la HBO’s Oz non è mai riuscita a ottenere il prestigioso Emmy, anche se ha rappresentato il mondo della prigione in modo intrigante.

Parks and Recreation, creazione di Michael Schur, ha deluso, nonostante il suo innegabile trionfo e il talento del suo cast.

Parenthood, riconosciuto come l’antesignano di This Is Us, ha conseguito una sola candidatura per l’apparizione ospite di Jason Ritter, pur essendo fortemente narrativo in termini familiari. In contrasto con un cast di alto livello in cui troviamo Jane Lynch e Megan Mullally.

Party Down non è riuscito a ottenere una singola candidatura, provando che non sempre le grandi star portano fortuna agli Emmy.

Star Trek, un simbolo importante nella storia della televisione, non ha mai ricevuto onorificenze agli Emmy per la sua serie originale, evidenziando che anche la rivoluzione televisiva può essere esclusa dai premi.

Nonostante l’apprezzamento della critica, la serie NBC Superstore, in sei stagioni, non ha mai ottenuto un Emmy. È ancor più stupefacente che non abbia mai avuto una candidatura.

Sons of Anarchy di FX, vista come una delle migliori serie di tutti i tempi, ha ricevuto soltanto cinque candidature tecniche e un Golden Globe vinto da Katey Sagal.

Nonostante la straordinaria performance di Lisa Kudrow in The Comeback, la serie ha conseguito solo cinque candidature, sottolineando che un’ottima interpretazione non garantisce un Emmy.

The Good Place, una serie amata dal pubblico per quattro stagioni. Anche se ha avuto 13 candidature, l’assenza di un Emmy ha lasciato molti fan confusi.

The Leftovers, pur essendo acclamata da pubblico e critici, ha ottenuto un’unica nomina, a dimostrare che anche il genere soprannaturale non è esente dalla scarsità di riconoscimenti.

The Wire, il dramma di David Simon, spesso classificato come uno dei più grandi programmi televisivi di sempre, ha ricevuto solo due nomination in cinque anni, evidenziando una chiara discrepanza tra l’opinione del pubblico e i giudici degli Emmy.

La serie giovanile Veronica Mars, con Kristen Bell, è rimasta senza nessuna nomination agli Emmy, un enigma che sembra perdurare nel tempo.

La notte degli Emmy Awards è stata testimone di una storia ricca di successi e sconfitte per molte serie televisive di valore. Nonostante le luci della ribalta degli Emmy possano sfuggire ad alcune opere, la bellezza dell’arte televisiva trova sempre il suo posto nel cuore degli spettatori.

Impostazioni privacy