Il trucco del calzino nel sale vi stupirà: quando e come usarlo

Un rimedio tradizionale e d’altri tempi si rivelerà ancora estremamente efficace contro tanti tipi diversi di dolori

A volte sottovalutiamo la poliedricità di molti elementi che abbiamo stabilmente in casi. Anzi, alcuni di essi li utilizziamo in procedimenti essenziali, come ad esempio cucinare, anche più volte nella stessa fase. Esistono ad esempio erbe che sanno insaporire ma sanno anche tenere lontani gli insetti, o lenire dolori. E proprio come antidolorifico molti sono i rimedi antichi e naturali efficaci.

Uno degli antidolorifici più antichi e dall’efficacia universalmente riconosciuta è nientemeno che il sale. Il sale è ingrediente imprescindibile in cucina, per equilibrare il sapore di qualsiasi pietanza. Addirittura può essere utilizzato per equilibrare il gusto del caffè! Ma non è prezioso solo per il palato. Sa essere un prodigio anche per lenire una vasta gamma di dolori. Vediamo in che modo.

Benefico fin dall’antichità: la terapia del sale

Due calzini
Un calzino e del sale sono una manna per i dolori (Spraynews.it)

Il sale non è solo prezioso in senso astratto. Nei tempi più remoti era ritenuto prezioso per davvero, e il suo valore arrivava a sostituire la moneta. Per fare un esempio lampante, basti pensare che il termine “salario” deriva proprio dall’abitudine degli antichi romani di pagare i soldati con una determinata quantità di sale. Quest’ultima poteva poi essere utilizzata come fosse denaro per acquistare altri prodotti.

La credenza per la quale rovesciare sale porta sfortuna viene proprio da questo. Infatti, se per incidente o sbadataggine ne cadeva a terra o sul tavolo anche solo qualche granello, ciò significava letteralmente aver perso una grande quantità di soldi. Ma al di là del valore economico, al sale è sempre stato riconosciuto un valore terapeutico altrettanto solido fin dall’antica Grecia.

Ippocrate stesso, il padre della medicina, aveva individuato nei vapori dell’acqua salata un rimedio efficace contro le infiammazioni alle vie respiratorie. E anche nei secoli successivi il potere terapeutico del sale si era tramandato con forza. Nel medioevo, i monaci custodi della sapienza medica portavano i malati nelle grotte salmastre, perché respirassero l’aria delle stalattiti frantumate.

Sale caldo e calzino: un sacchetto miracoloso

Il sale caldo ha molte funzioni che portano benessere al nostro corpo. Innanzitutto ha una funzione antidolorifica e antinfiammatoria molto rapida ed efficace. Ciò è dovuto al rame, che agevola la circolazione del sangue; al magnesio, che agisce sulle contratture muscolari, sciogliendole; e al calcio, che per antonomasia è il miglior alleato delle nostre ossa e che favorisce l’azione immunitaria.

C’è quindi un modo semplicissimo, naturale e totalmente casalingo per poter godere di tutti questi aspetti benefici del sale. Ci basterà del sale integrale e un calzino che sia di cotone bianco per un contatto naturale. Scalderemo del sale in padella e lo inseriremo in un calzino, oppure inseriremo il sale nel calzino e scalderemo tutto al microonde. Raggiunta la giusta temperatura, l’impacco è pronto.

Ora non dovremo far altro che apporre il nostro sacchetto dove sentiamo dolore. È indicatissimo per dolori cervicali, reumatici o muscolari. Lenisce anche artrosi, sciatalgia e infiammazioni posturali. Ovviamente è una manna anche per infiammazioni respiratorie come bronchiti e sinusiti, dolori mestruali o mal di denti e di orecchie. Inoltre gli ioni negativi del sale donano buonumore

L’impacco va tenuto almeno 20 minuti, o fino a che è ancora caldo. Può essere ripetuto più a volte al giorno, e lo stesso sale può essere riutilizzato altre quattro volte. Solo in caso di chemioterapia o radioterapia e irritazioni oculari o cutanee è meglio chiedere un parere al medico. Oltre al sale, anche il calzino diventa così poliedrico e magico, dopo aver rivelato il suo aiuto anche per i capelli.

Impostazioni privacy