Indetto nuovo tipo di servizio civile: 507 euro mensili a chi fa domanda

Per chi è in cerca di un’occupazione utile per sé e per gli altri, c’è una nuova importante opportunità nell’ambito del servizio civile: ecco tutte le informazioni. 

A.A.A. cercasi 1.000 volenterosi disposti a rimboccarsi (letteralmente) le maniche e impegnarsi in un’originale forma di servizio civile. È il senso del nuovo protocollo firmato tra i Ministeri di Agricoltura e Sport e Giovani, rappresentati rispettivamente da Francesco Lollobrigida e Andrea Abodi. I numeri sono di un certo peso: l’investimento sarà di circa 7 milioni di euro per i primi 12 mesi e coinvolgerà ben 1.000 giovani. Vediamo nei dettagli come funziona.

L’obiettivo di questa nuova iniziativa è promuovere e sviluppare il settore agricolo e agroalimentare del nostro paese, con un occhio di riguardo al sociale. Le nuove leve di questo servizio civile potranno approfondire le loro conoscenze in questo campo, ampliare le loro competenze (trasversali) e, perché no, sposare una professione in un settore così strategico per l’economia italiana.

Un’opportunità per le nuove leve del servizio civile

Si va dall’agricoltura sociale alla promozione di corretti stili di vita alimentari, al supporto a iniziative per ridurre lo spreco di alimenti, alla conoscenza della cultura contadina e alla tutela dei prodotti agricoli italiani. Come ha spiegato il ministro Abodi, il servizio civile, che grazie a questo accordo si arricchisce della versione dedicata al mondo agricolo, è “una meravigliosa opportunità di cittadinanza attiva, un allenamento alla generosità sociale, un’esperienza umana che merita di essere vissuta e può lasciare un segno positivo nella vita di una persona”.

opportunità servizio civile
I giovani coinvolti saranno impegnati per 25 ore settimanali e riceveranno un rimborso mensile pari a 507,30 euro. (Spraynews.it)

In particolare, grazie a questa nuova configurazione si vuole offrire a ragazze e ragazzi da 18 ai 28 anni compiuti un’ulteriore opportunità, anche nella prospettiva di una loro valorizzazione in ambito lavorativo.

Anche per il ministro Lollobrigida il servizio civile agricolo è una straordinaria opportunità per i giovani, che permetterà di fare un’esperienza nel mondo dell’agricoltura e contribuire alla crescita di questo straordinario settore. L’esperienza avrà una durata di 12 mesi. La partenza del progetto è prevista per aprile 2024: i giovani coinvolti saranno impegnati per 25 ore settimanali e riceveranno un rimborso mensile pari a 507,30 euro. I candidati dovranno superare una selezione che avverrà tramite colloquio. All’interno della domanda di partecipazione, che dovrà essere presentata online accedendo all’apposito portale tramite credenziali Spid o Cie, andrà specificato il progetto a cui si intende partecipare. Piccoli agricoltori crescono…

Impostazioni privacy