La scelta del gatto di dormire con qualcuno non è casuale: ecco come prende la sua decisione

Il gatto esprime delle preferenze nei confronti dei membri della famiglia e sceglie di dormire con uno di questi in modo non casuale. 

I gatti sono gli animali domestici più scelti dalle famiglie assieme ai cani. Sono diverse le esigenze dietro la scelta di un cane o di un gatto. Chi si orienta verso un felino lo fa per il temperamento dell’animale, che è dotato di estrema intelligenza e indipendenza. Questi animali sviluppano un rapporto particolare con i loro amici umani e la loro autonomia non andrebbe confusa con una minore affettività rispetto al cane.

Anche il gatto ha dei sentimenti e si lega profondamente ai loro padroni e come il cane può sviluppare preferenza per un membro particolare della famiglia. Questo non significa che il felino non ami gli altri componenti, ma può individuare maggiore compatibilità caratteriale in una persona piuttosto che un’altra. Un altro comportamento particolare del gatto è quello di scegliere addirittura una persona con la quale dormire.

Il gatto dorme in particolare con qualcuno e la scelta non è casuale

Quando il gatto dorme diventa più vulnerabile perché il suo corpo entra in uno stato di sonno. Come gli umani, il felino non è più in grado di percepire l’ambiente circostante e viene isolato da esso. Il nostro amico peloso studia perfino la posizione sulla quale addormentarsi e quando l’ambiente per lui è sereno e privo di pericoli, non avrà problemi a dormire a pancia in su. Questo perché nell’addome sono posizionati gli organi vitali del felino ed esporsi significa diventare vulnerabile in caso di attacchi.

Perché il gatto sceglie la persona con cui dormire
Donna dorme con il suo gatto (spraynews.it)

Allo stesso modo il micio sceglie anche la persona con cui dormire, studiandola nel suo carattere. Se percepisce che l’umano è buono e gli dà fiducia allora il felino lo sceglierà come compagno per dormire. Se il gatto dorme con voi la notte, infatti, significa che per lui non siete un pericolo e si sente addirittura protetto. Il rapporto che sviluppa il gatto con il suo umano ha lo stesso attaccamento di quello con la madre e il cucciolo.

Anche la comunicazione del micio resta all’aspetto infantile e anche da adulto conserva le stesse gestualità di quando era piccolino. Una di queste è quando fa il ”panettiere”, ovvero quando con le zampe imita l’allattamento. Altri comportamenti che i gatti fanno da adulti con gli umani è succhiare le lenzuola o miagolare per comunicare per esprimere i loro bisogni.

Impostazioni privacy