Lampadine Led in casa, si risparmia davvero? L’impatto in bolletta

Si risparmia davvero con le lampadine a Led in casa? Vediamo tutti i dettagli sull’argomento e l’impatto sulla bolletta.

L’illuminazione in una casa è fondamentale. Nei tempi antichi si accendevano le candele, poi piano piano si è andati avanti fino all’elettricità in tutte le case. Tuttavia, ci sono diversi modi per illuminare tutte le nostre stanze.

Una scelta può essere la lampadina a LED che viene spesso indicata come quella più economica di tutte. Ma è davvero così? Quanto si risparmia e qual è l’impatto sulla bolletta?

In questo articolo vedremo i dettagli fondamentali sull’argomento e riusciremo a capire se ne vale davvero la pena oppure se, in realtà, non si risparmia così tanto.

Lampadine a LED: fanno davvero risparmiare?

La lampada a LED è un dispositivo di illuminazione basato sull’impiego di diodi ad emissione luminosa. Infatti, LED è l’acronimo di Light Emitting Diod. La prima realizzazione pratica avvenne nel 1968, ma solo nel 2000 sono state diffuse lampadine a luce bianca.

Sono proprio queste che si sono diffuse a macchia d’olio per le loro caratteristiche positive, soprattutto sul risparmio energetico rispetto alle lampadine ad incandescenza.

Lampadine con filamenti a LED
Lampadine a Led (Spraynews.it)

L’aspetto che fa dubitare tante persone è il costo di queste lampadine. Infatti, costano molto di più di quelle ad incandescenza. Il prezzo può andare da 10 a 20 euro. Tuttavia, nel lungo periodo, guardando ai consumi reali, le lampadine a LED fanno risparmiare.

Quindi, la risposta alla domanda “fanno davvero risparmiare?” la risposta è sicuramente sì. Se una lampadina a LED si accende per 500 ore, il consumo è appena di 3 KWh. A confronto con le lampadine alogene e con quelle a risparmio energetico fluorescenti c’è un risparmio rispettivamente del 90 e del 70%.

Questo è il vero impatto sulla bolletta se si usano le lampadine a LED in tutta la casa. Altri vantaggi risiedono nel fatto che illuminano molto meglio rispetto agli altri tipi di illuminazione e non si surriscaldano.

Infine, si può decidere l’intensità della luce e il tipo di luce. Insomma, a fronte di un più alto costo iniziale si ha poi un notevole risparmio nel lungo periodo. Quindi, ne vale la pena.

Di solito, le lampadine a LED durano molto a lungo, in media circa 50.000 ore. Ecco perché questa è spesso la scelta più frequente nelle persone che devono illuminare non solo casa, ma anche ufficio o altro.

Impostazioni privacy