Lavastoviglie, se non lo fai periodicamente rischi di buttarla: ecco come mantenerla in salute

La cattiva abitudine che rovina la tua lavastoviglie: se non lo fai periodicamente rischi di sostituirla a breve!

Alleata ormai essenziale nelle nostre cucine, al pari di forno e lavatrice, la lavastoviglie si posiziona nel mezzo e si rivela uno degli elettrodomestici utilissimi in casa. Ci consente di provvedere al lavaggio delle stoviglie senza dover ricorrere al faticoso lavoro manuale, agevolandoci nell’impresa e dandoci così la possibilità di dedicarci ad altro nel frattempo in cui è in funzione e svolge il lavoro al nostro posto.

Come tutti gli elettrodomestici però, anche la lavastoviglie necessita di cure e manutenzioni affinché possa funzionare a lungo nel tempo e soprattutto in maniera sempre ottimale. Lo sappiamo, quando un elettrodomestico inizia a dare i primi segni di cedimento, le rogne stanno per arrivare: a quel punto si dice necessario l’intervento di un esperto, o nel peggiore dei casi l’unica soluzione è provvedere alla sostituzione dell’elettrodomestico. Evitando ogni fatalismo, una cosa importante da fare se non vogliamo sostituire a breve la nostra lavastoviglie c’è: quante volte provvedi alla sua pulizia?

Pulizia della lavastoviglie: se non la fai quotidianamente dovrai presto comprarne una nuova!

La pulizia degli elettrodomestici ci permette di farli funzionare nel tempo senza problemi. Pulire la lavastoviglie, e rimuovere dall’interno tracce di sporco lasciate magari dai residui di cibi, si rivela fondamentale. Ancora più importante è svuotare bene piatti, pentole, contenitori et similia che siamo soliti riporre al suo interno affinché nessun residuo di cibo possa intasare il filtro. Ma come provvedere alla pulizia della lavastoviglie?

lavaggio a vuoto lavastoviglie
Lavastoviglie, come pulirla e quante volte fare il lavaggio a vuoto – Spraynews.it

Dopo aver svuotato la lavastoviglie, provvediamo alla pulizia del filtro che va rimosso manualmente e lavato sotto l’acqua corrente. Utilizziamo acqua ed aceto per provvedere alla completa pulizia del filtro.

Dopo aver provveduto alla pulizia del filtro, lo rimontiamo per rimetterlo al proprio posto e ci assicuriamo che sale e brillantante siano nei rispettivi serbatoi. A questo punto, urge un lavaggio a vuoto per eliminare sporco ed impurità.

Anche stavolta, l’aceto di vino bianco si rivela nostro alleato ma se siamo un po’ schizzinosi in merito al suo forte odore, al suo posto possiamo utilizzare il succo di limone che funge da brillantante naturale e rimedio per catturare i cattivi odori all’interno della lavastoviglie. Utilizziamo 1 bicchiere di succo di limone che versiamo direttamente nel cestello ed azioniamo il lavaggio a vuoto, al termine del quale la nostra lavastoviglie sarà perfettamente pulita!

Impostazioni privacy