Le meraviglie del cielo di agosto: teste in alto per la Luna blu

Una Superluna, una Luna blu e una pioggia di stelle cadenti. Il cielo di agosto è pronto a regalare sorprese speciali, come conferma l’Unione Italiana Astrofili nel suo tradizionale bollettino.

C’è qualcosa più bello di una notte d’estate? Il cielo sereno regala spettacoli di ogni tipo. E, non a caso, agosto sarà un mese da passare con il naso all’insù se si ha voglia di spettacoli offerti gratuitamente dalla natura. Stiamo parlando della Superluna, ma non solo. Anche della Luna blu e delle immancabili stelle cadenti. L’Unione Italiana Astrofili ha raccolto gli appuntamenti da non perdere in queste settimane, per chi è appasionato del cielo, ma anche per i semplici curiosi o per chi, semplicemente, ama le cose belle. Vediamo, allora, cosa gli astri hanno in serbo per noi.

Dalla Superluna alla luna blu: i cieli d’agosto incantano

Il primo appuntamento del mese è con la Superluna. Si tratta della prima luna piena del mese e viene chiamata così perché è vicina al perigeo. Di cosa si tratta? Del punto della sua orbita più vicino alla Terra. Questo fa sì che appaia più grande e luminosa del solito. Quando vederla? Oggi, martedì 1 agosto.

Un cielo stellato
Immagine | Unsplash – Spraynews.it

Il secondo appuntamento è, invece, fissato per la fine del mese. Tra il 30 e il 31 agosto sarà il momento della Luna Blu. Si tratta, in sostanza, della seconda luna piena del mese. Il plenilunio è previsto alle ore 3:35 del 31 agosto, mentre la minima distanza dalla Terra, viene raggiunta alle 17:51 del 30 agosto.

Perché si dice Luna blu?

Perché si dica Luna blu non è chiaro. Non ha nessun legame con il colore effettivo della luna in quella fase. Soltanto in rarissimi casi, infatti, la luna assume colori bluastri o verdastri, ma questo non dipende dalla fase in cui si trova. Secondo Philip Hiscock, spiega Astrogeo.va.it, sembra che il termine “Luna Blu” attribuito alla seconda luna piena in un mese sia stato introdotto nel 1937, in un almanacco dell’agricoltore; poichè in un mese vi erano due Lune Piene l’autore, per evidenziare la seconda, la colorò in blu.

Le origini restano, comunque, un mistero, anche se si tratta di un termine di uso comune. Nel mondo anglosassone, per esempio, sta a significare un episodio che capita molto raramente. Una sorta di “aspetta e spera”.

Superluna e Luna Blu – osservano gli astrofili della Uai – non sono termini scientifici, ma sono diventati ormai popolari e continuano a richiamare l’attenzione pubblica facendo leva sull’ancestrale fascino dell’astronomia“.

Quando vedere le stelle cadenti?

Il terzo appuntamento agostano da non perdere è, chiaramente, quello con le stelle cadenti. Anche quest’anno lo sciame delle Perseidi raggiungerà la massima visibilità fra l’11 e il 13 agosto. Per l’occasione la Uai promuove in tutta Italia l’evento “Notti delle stelle – Calici di stelle 2023”, il tradizionale appuntamento con le serate osservative abbinate in molte località con la manifestazione enogastronomica ideata dal Movimento Turismo Del Vino e promossa in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città Del Vino.

Lo spettacolo di Saturno

Ad agosto, infine, si metterà in mostra anche Saturno. Il 27 agosto il pianeta degli anelli sarà, infatti, in opposizione. Si troverà cioè opposto al Sole rispetto alla Terra e sarà quindi osservabile nelle migliori condizioni. “L’opposizione – dicono gli astrofili della Uai – ci consente di osservarlo per l’intera notte, inizialmente a Sud-Est, in seguito verso Sud nelle ore centrali della notte, infine a Sud-Ovest prima del sorgere del Sole“.

Il pianeta si troverà anche alla minima distanza dalla Terra, pari a circa di 1 miliardo e 310 milioni di chilometri e di conseguenza sarà possibile ammirarlo nella sua massima luminosità e con le maggiori dimensioni apparenti. Al telescopio saranno ben visibili anche i suoi celebri anelli.

 

 

Impostazioni privacy