Massima attenzione per questo formaggio: ritirato da tutti i supermercati Lidl

Massima attenzione per tutti i consumatori abituali del supermercato Lidl: non comprate questo formaggio, il rischio per la salute è alto

Moltissimi sono i consumatori che cercano di risparmiare sull’acquisto di alcuni prodotti alimentari, affidandosi a discount o propri come Lidl. Nel corso del tempo il marchio ha conquistato una grande fetta di persone che scelgono il giusto rapporto qualità-prezzo, assicurandosi comunque un buon prodotto. Ma non è inusuale anche in queste circostanze, trovarsi di fronte a ritiri di prodotti dal commercio. Questa volta è toccato al reparto dei latticini.

Il Ministero della Salute ha lanciato un’allerta alimentare che riguarda il formaggio pecorino Deluxe, venduto presso i supermercati Lidl. La precauzione è stata adottata a causa del rischio microbiologico legato alla presenza del batterio Listeria Monocytogenes, presente in due specifici lotti delle versioni stagionate al miele e alla pera.

Formaggio ritirato dagli scaffali della Lidl: attenzione a questi due lotti del Deluxe pecorino

Il formaggio Deluxe pecorino è stato ufficialmente ritirato dagli scaffali della Lidl per rischio batteriologico. I lotti identificati appartengono allo stabilimento IT0929CE, di Rocca Toscana Formaggi s.r.l., con sede produttiva ad Arezzo. I lotti soggetti al richiamo sono identificati dai seguenti codici: MI223365 (variante al miele),  PE223366 (variante alla pera).

formaggio deluxe pecorino ritirato supermercato lidl
Deluxe pecorino ritirato dalla Lidl: l’allarme del Ministero della Salute, cosa sta accadendo – Spraynew.it

Il Ministero della Salute ha dichiarato che la rilevazione del batterio è avvenuta durante il processo di autocontrollo. Nonostante il problema riguardi solamente alcuni punti vendita situati nelle regioni di Toscana, Sardegna, Lombardia, Liguria e Piemonte, le autorità sanitarie raccomandano a coloro che hanno acquistato i lotti interessati di astenersi dal consumare questo tipo di formaggio. Inoltre, viene consigliato a tutta la clientela di restituire il prodotto al punto vendita di acquisto per ottenere una sostituzione o un rimborso.

La Listeria monocytogenes, il batterio responsabile del richiamo, può causare la listeriosi, un’infezione alimentare che può manifestarsi in diverse forme cliniche. I sintomi variano dalla gastroenterite acuta febbrile, tipica delle tossinfezioni alimentari, a forme più gravi che includono meningiti, encefaliti e setticemie. L’incubazione della malattia può estendersi fino a 70 giorni. Quest’ultimo episodio si aggiunge a una serie di richiami recenti dovuti al rischio microbiologico legato alla listeria, che ha coinvolto diversi prodotti come salumi, altri tipi di formaggio, wurstel, cioccolato e tanto altro. Il rischio di contaminazione ed esposizione del batterio è dovuta a una conservazione sbagliata delle materie prime. Quindi, una cosa non affatto da niente.

Impostazioni privacy