Olio tonno in scatola: se lo butti via fai un grosso errore. Io lo riutilizzo così

Un prodotto denigrato ingiustamente che dovremmo imparare a riutilizzare, puoi farci qualcosa di impensabile!

Gli alimenti in scatola sono un classico intramontabile e tra questi il tonno è sicuramente il protagonista indiscusso di questo panorama. Questo prodotto diffusissimo rappresenta un valido mezzo per fare ma bassa di sostanze nutritive importanti come proteine nobili ed omega 3, anche se nel mangiare il tonno non bisognerebbe esagerare. Per via della longevità di questo pesce e dell’inquinamento da metalli pesanti dei mari, infatti, il tonno è uno dei veicoli maggiori per far entrare nel nostro corpo il pericoloso mercurio, ma scegliendo prodotti di qualità e non mangiando tonno per più di una volta la settimana il rischio si mantiene basso in favore dei benefici. Ce un altro prodotto all’interno delle scatole di tonno che viene però da sempre denigrato, parliamo dell’olio utilizzato per la conservazione, un prodotto che andrebbe invece rivalutato.

L’olio del tonno non contiene più conservanti del tonno stesso! Utilizzarlo è davvero sicuro

Olio tonno in scatola
non buttare l’olio del tonno in scatola (SprayNews.it)

In un periodo in cui ridurre gli sprechi è sempre più indispensabile, anche quando si apre una scatoletta di gustoso tonno dovremmo fare lo stesso. Questo prodotto immerso nel suo olio è infatti assaporabile nella sua totalità così come ha dimostrato una ricerca effettuata dalla Stazione Sperimentale per L’Industria delle Conserve Alimentari di Parma.

È infatti stato dimostrato che l’olio presente nel tonno in scatola non è aggiunto di particolari sostanze conservanti e magari nocive per l’organismo e che questo conserva inalterate le sue proprietà organolettiche. Scolarlo giù per il lavandino, oltre ad essere un mezzo sbagliatissimo per eliminare questo prodotto inquinante per le false acquifere come qualsiasi altro olio, è anche un enorme spreco.

L’olio a contatto con il pesce non solo non perde potere nutrizionale ma al contrario è in grado di arricchirsi e attrarre al suo interno un buon quantitativo di Omega 3 e di vitamina D, due elementi indispensabili alla nostra salute.
La cosa importante è ovviamente scegliere un prodotto di qualità e fare attenzione al tipo di olio utilizzato, descritto sulla confezione.

Il tonno in olio extra vergine di oliva è senza dubbio il migliore e optando per questa scelta non sbagliereste mai. Dalla prossima scatoletta di tonno sarà dunque meglio conservare anche il prezioso olio, incredibilmente salutare e gustoso, utile per condire i vostri piatti e ridurre gli sprechi alimentari mentre al tempo stesso promuoverete il vostro benessere.

Impostazioni privacy