Parigi è la città dell’amore, ma ci puoi andare anche da solo: l’itinerario ideale per riscoprire te stesso

Chi l’ha detto che Parigi è bella solo in un viaggio d’amore? Ecco le zone da non perdere se facciamo un viaggio in solitaria.

Dobbiamo fuoriuscire dai cliché. È verissimo, infatti, che Parigi sia unanimemente riconosciuta come la città dell’amore, probabilmente la città più romantica al mondo. Ma chi l’ha detto che non si può andare anche da soli? Ecco un itinerario molto particolare all’interno della capitale francese per riconnettersi con sé stessi.

Sempre più persone decidono di viaggiare da sole. Lo fanno gli uomini e lo fanno le donne. Il viaggio da soli è molto più semplice da organizzare, ovviamente. E può riservare sorprese che non immaginavamo. Parigi, infatti, non è solo una città romantica, ma è una città dalle enormi attrattive culturali, oltre che una città in cui è possibile fare una intensa vita notturna.

Gli itinerari che vi forniremo comprendono, evidentemente, alcuni dei luoghi simbolo e più iconici della capitale francese, ma anche posti meno battuti che, però, possono riservare grandi soddisfazioni. Ecco allora l’itinerario ideale per chi vuole visitare Parigi da solo.

A Parigi da soli: gli itinerari più belli

Per il vostro alloggio vi consigliamo di evitare le zone delle stazioni come Gare du Nord e Gare de l’Est. I migliori quartieri in cui alloggiare sono il Marais, Saint Germain des Prés, Opéra e Montmartre. Una volta sistemati in albergo ecco subito i luoghi maggiormente iconici, quelli che, in coppia o da soli, a Parigi non possiamo non vedere: la Tour Eiffel, la Cattedrale di Notre-Dame e la Basilica del Sacré Coeur. Ma vi suggeriamo anche una capatina sulla Tour Montparnasse, dove potete ammirare la capitale dell’alto.

Cosa vedere a Parigi
Cosa vedere a Parigi da soli – (spraynews.it)

Riscendendo, poi, alcune zone molto belle sono quelle del Quartiere Latino, ma anche dell’Île Saint-Louis e all’Île de la Cité, dove visitare la Sainte Chapelle. Con un biglietto cumulativo potreste vedere anche la Conciergerie, prigione della regina Maria Antonietta prima di essere mandata alla ghigliottina. Parigi città dei Musei: il Louvre, il Musée d’Orsay e il Centre Pompidou. Assolutamente da vedere. Così come vi suggeriamo di entrare nel Musée de l’Orangerie per ammirare la famose Ninfee di Monet. Per gli amanti della moda, invece, da non perdere il Musée Yves Saint Laurent nella storica maison del grande stilista.

Quanto alle aree verdi, non perdetevi una passeggiata a Bois de Boulogne e Bois de Vincennes. E usciti da lì potrete gustare qualcosa nei tanti bar della zona o sbizzarrirvi con lo shopping nei Grands Magasins come Le Bon Marché, Le Printemps e le Galeries Lafayette. Per quanto riguarda la sera, moltissime le zone dove potete trovare ristoranti tematici e tipicamente francesi. Qualche esempio: av de Choisy, av d’Ivry e rue Baudricourt con ristoranti asiatici ed economici; boulevard de Belleville: cucina nordafricana; rue Mouffetard: ottimi ristoranti economici etnici e francesi, crêperie. E la notte prosegue in locali iconici della vita notturna parigina, come Raspoutine, Silencio, Hotel Bourbon.

Impostazioni privacy