Patty Pravo, la malattia più diffusa: “Non riuscivo a dormire…”

Arriva in tv su Raitre il documentario A modo mio – Patty Pravo, dedicato all’ex ragazza del Piper: ha sofferto di una brutta malattia.

Va in onda oggi, martedì 13 febbraio 2024, in prima visione su Rai 3 alle 21.20, il documentario “A modo mio – Patty Pravo”, diretto da Duccio Forzano, un grandissimo omaggio all’ex ragazza del Piper, che il prossimo 9 aprile compirà 76 anni. Lo speciale esplora la vita e la carriera della grande cantante, con particolare attenzione ai luoghi significativi della sua infanzia e della sua carriera, a partire da Venezia, sua città natale.

Una carriera, quella di Patty Pravo, iniziata quando era appena 18enne, nel 1966, e che quindi sta per compiere addirittura 60 anni. Tante le gioie e le soddisfazioni che l’artista ha raccolto nella sua vita, in particolare i tre premi della critica conquistati al Festival di Sanremo. Un tempo considerata paladina del poliamore, la cantante ha vissuto anche momenti molto difficili.

La malattia di Patty Pravo: la nota cantante lo ha ammesso

Patty Pravo al Piper
Gli esordi di Patty Pravo al Piper (Spraynews.it)

In particolare, la cantante ha spiegato in un’intervista per il settimanale Gente di qualche tempo fa di aver dovuto fare i conti con quella che è la più subdola, ma al contempo fra le più diffuse delle malattie. Infatti, Patty Pravo ha sofferto di depressione e questo le è costato davvero molto caro, perché non sono stati assolutamente dei periodi facili, tutt’altro.

Farmaci inefficaci, notti insonni e una profonda disperazione di fatto l’hanno costretta a restare addirittura allettata per alcuni periodi, totalmente incapace di reagire a quello che le avveniva intorno. La sua salute mentale – ha rivelato – a un certo punto si è deteriorata tanto da impedirle di salire sul palco, una situazione dalla quale davvero non riusciva a uscirne e deve dire grazie a un’esperienza profonda.

La diva italiana che ha venduto qualcosa come 110 milioni di dischi a un certo punto ha scelto di intraprendere un viaggio, ma non di piacere: ha deciso di fare volontariato in Africa con Gino Strada, un’esperienza che per lei è stata totalizzante e che l’ha aiutata a sconfiggere il mostro della depressione. L’aiuto diretto agli altri è stato dunque di fondamentale importante per la cantante amatissima dal pubblico di ogni età.

Impostazioni privacy