Pesto in barattolo, dopo quanto tempo dall’apertura va buttato? Sbagliamo tutti

Sapevi che hai sempre sbagliato a conservare il pesto? Ecco svelato il trucco per farlo durare più a lungo, così non butti nulla!

Il pesto, è uno dei condimenti per la pasta più amato dagli italiani. Proprio perché si tratta di un ingrediente semplice, buonissimo e facile da preparare. Come ben sappiamo, il pesto può essere fatto sia in casa, che comprato già fatto. Ma ciò che non sappiamo bene però, è come conservarlo! Stranamente questo risulta sempre molto difficile, perché una volta aperto, il pesto dura molto poco e siamo costretti sempre a buttarlo. Ma scopriamo insieme come fare per non sprecarlo!

Il pesto è una deliziosa salsa italiana nata in Liguria, ed è ampiamente conosciuta e amatissima in tutto il mondo, grazie al suo sapore fresco e aromatico. Gli ingredienti principali del pesto sono il basilico fresco, che conferisce il suo sapore aromatico alla salsa; i pinoli, che aiutano a dare una consistenza croccante ed un sapore dolciastro al pesto; l’aglio che conferisce un po’ di piccante; l’olio extravergine d’oliva, preferibilmente di buona qualità, ed infine il parmigiano reggiano e il pecorino sardo, due tipi di formaggio che danno quel tocco finale in più che aggiunge sapore e rende il pesto più cremoso.

Per godersi il pesto al 100%, l’ideale è consumarlo appena preparato, ma non è facile perché a causa degli impegni, non c’è mai tempo di preparare il pesto fresco, ecco il motivo per cui alcune persone prediligono quello già confezionato. Ad ogni modo, quando decidiamo di preparare il pesto fresco senza conservanti e né altro, bisogna fare attenzione alla conservazione altrimenti dobbiamo buttarlo dopo pochissimo tempo, ed è peccato. Infatti siamo qui proprio per svelarti un modo infallibile per conservare al meglio il tuo pesto. Vediamolo subito insieme!

Basta conservare il pesto in modo errato: ecco come farlo bene e quanto dura!

Solitamente, il pesto viene messo in barattolo per la conservazione e riesce a mantenersi buono per poco tempo, ovvero massimo tre giorni, esagerando quattro. Se desideriamo invece, che il pesto sia buono per un tempo più lungo c’è un modo molto semplice per farlo. Basta semplicemente dividerlo in bicchieri di plastica, senza riempirli di olio, e avvolgerli nella piccola trasparente. A questo punto, occorre porli in freezer per conservarli.

conservare il pesto: ecco come farlo nel modo giusto
Hai voglia di pasta e pesto? Se conservi il pesto in questo modo, potrai gustarla ogni volta che vuoi! – Spraynews.it

In questo modo, il pesto riesce a mantenersi buono anche per tre/quattro mesi, e quando ne avremo voglia, basterà tirare fuori dal freezer la quantità di cui abbiamo bisogno e scongelarla. Mentre invece per la conservazione del pesto venduto già pronto, bisogna fare caso al fatto se durante la preparazione è stato sottoposto alla pastorizzazione o meno. Nel caso in cui è pastorizzato, si può conservare in frigo anche per una settimana. Nel caso contrario invece, si può conservare solo per pochi giorni.

Impostazioni privacy