Puzza d’uovo su posate e stoviglie? Ma quale bicarbonato, usa questo e sparirà

Talvolta può capitare che le stoviglie emanino cattivi odori, odori sgradevoli che sembrano uova andate a male: quale soluzione adottare?

Grande parte delle famiglie utilizza la lavastoviglie quotidianamente. Si tratta di un elettrodomestico essenziale in casa, specie per le famiglie numerose, che sicuramente affretta il lavaggio delle stoviglie, ottimizzando i tempi. Se si utilizza in modo corretto, inoltre, aiuta a risparmiare tanta acqua, evitando sprechi idrici. Naturalmente, la lavastoviglie deve essere usata con criterio.

Ci sono una serie di regole da rispettare per evitare sprechi idrici e di elettrici. Ad esempio, è bene azionarla solo quando è a pieno carico, ed è inutile accenderla per lavare tre posate e due piatti. Comunque sia, si tratta di un apparecchio efficiente, utilissimo, specie in particolari occasioni, come quando si hanno ospiti in casa. Talvolta, però, può diffondere cattivi odori, e con essa anche le stoviglie usate per mangiare.

Odori sgradevoli provenienti dalla lavastoviglie e che non vanno via: il rimedio casalingo

Odore sgradevole in cucina
Odore sgradevole in cucina (SprayNews.it)

Ogni tanto può capitare che la lavastoviglie diffonda cattivi odori, e che questi vengano assorbiti anche dalle stoviglie. Odori sgradevoli che aleggiano in cucina, che si appiccicano su piatti, bicchieri e posate. Insomma, una situazione spiacevole che bisogna affrontare. Prima di tutto, occorre capire il perché del problema, che può essere scatenato da diversi fattori.

Magari l’apparecchio ha qualche problema di muffa, magari le giunture sono sporche, forse ci sono troppi residui di cibo o incrostazioni. Oppure, semplicemente si utilizzano detergenti non idonei al lavaggio delle stoviglie. Senza contare che, spesso, alcuni alimenti tendono a puzzare più di tutti, come nel caso delle uova, dei formaggi o del pesce.

Il consiglio, ovviamente, è sempre quello di rimuovere per bene tutti i residui di cibo, prima di mettere i piatti e le posate nella lavastoviglie. Basta raccogliere i detriti con un fazzoletto, e metterli nel secchio dell’umido, per prevenire il problema. A volte, però, il cattivo odore resta lo stesso, e si diffonde in tutta la lavastoviglie e sulle posate, e sembra non andare più via.

Come eliminare il cattivo odore dalla lavastoviglie e dalle posate

Tante persone, a questo punto, ricorrono ai classici bicarbonato o aceto, due ingredienti ampiamente sfruttati per le faccende domestiche, in tanti modi differenti. Sono utili anche in questo caso? Sì, possono essere utili, specie se miscelati in questo mix detergente fantastico, ma c’è anche un altro ingredienti che si può sfruttare per eliminare la puzza, e che forse è addirittura migliore.

Alcune persone consigliano, infatti, di ricorrere alle foglie di alloro. Si tratta di un metodo Green, ecologico e veloce per eliminare il cattivo odore. L’alloro è in grado di assorbire i cattivi odori e di profumare la lavastoviglie, e non a caso si usa anche in altri ambienti della casa, come in camera da letto. Questo riesce a catturare qualsiasi odore sgradevole, dall’uovo al formaggio, dai broccoli ai cavoli.

Come agire? Basta far bollire per qualche minuto, in un pentolino colmo di acqua, qualche foglia di alloro. Si aggiunge qualche goccia di succo di limone, poi si lascia raffreddare. Appena raffreddato, preleviamo il liquido. Lo possiamo utilizzare per lasciare lavare e sciacquare le stoviglie, ma anche per passarlo, con un panno morbido, all’interno della lavastoviglie. Un semplice trucco per profumare, non trovate?

Impostazioni privacy