Quante uova si possono mangiare al giorno: non andare mai oltre questa soglia

Le uova dovrebbero far parte della dieta, ma quante se ne possono mangiare al giorno? È importante saperlo ed ecco tutte le informazioni.

Le uova fanno parte della nostra cucina perché sono buone, senza dubbio, ma anche perché sono estremamente versatili e utili. Si possono fare tante ricette diverse con le uova, solamente loro si possono fare in tanti modi diversi e poi possono essere parte di moltissime altre preparazioni.

Secondo gli esperti, quante uova si possono mangiare al giorno? È un’informazione molto importante perché tutti gli alimenti devono essere inseriti nella propria dieta nella giusta quantità. Tutto, se assunto in quantità esagerate, può provocare degli effetti collaterali e fare male.

Quindi, qui di seguito, esamineremo più da vicino i nutrienti e i benefici che le uova possono dare al nostro organismo, ma anche le quantità esatte da inserire nella dieta. Ovviamente, si tratta di informazioni del tutto generali. Poi, in base al proprio stato di salute e alle proprie esigenze, è sempre un nutrizionista che deve dire quante uova possiamo mangiare e come.

Quante uova si possono mangiare al giorno?

Uova al tegamino o all'occhio di bue
Uova all’occhio di bue (Spraynews.it)

Le uova sono un alimento abbastanza impegnativo. Infatti, contengono tantissimi nutrienti diversi. Parliamo di vitamine, in particolare la vitamina A, B12 e D, di sali minerali come il potassio, il fosforo, calcio, magnesio, zinco e ferro. Inoltre, è ricco di proteine, soprattutto nell’albume.

Tutto questo comporta per il nostro organismo una serie di benefici: corretto funzionamento del sistema nervoso, regolare la pressione, prevenire malattie cardiache, aiutare nelle funzioni intestinali, aumentare l’efficienza del sistema immunitario. Le uova contengono anche colina, una sostanza molto preziosa per il nostro fegato.

Tuttavia, c’è una quantità che gli esperti ci indicano ed è questa: tra le due e le quattro uova alla settimana. Se si supera questa quantità si può andare incontro ad un aumento del colesterolo e ad un aumento di peso.

Attenzione, inoltre, a non avere ipersensibilità oppure allergia. In questo caso, le uova potrebbero provocare diversi disturbi come orticaria, disturbi gastrointestinali o respiratori.

Le uova si possono fare in mille modi diversi: c’è chi preferisce le uova sode, chi preferisce quelle all’occhio di bue. Oppure, chi non le ama singolarmente, ma le mangia inseriti in altre ricette come le torte e i vari dolci.

In base ai gusti personali e alle esigenze specifiche di una persona, le quantità potrebbero variare. Ad esempio, uno sportivo ha bisogno di più proteine, quindi, gli esperti che lo seguono potrebbero aumentare la dose di uova settimanali a sei. Ad ogni modo, soltanto un nutrizionista può indicare in modo preciso quante uova mangiare in base al caso specifico.

Impostazioni privacy