Risparmio in casa: tutti i trucchi per smetterla di spendere troppo

Come fare per avere un risparmio in casa a fronte di tanti aumenti e tanti costi elevati in bolletta? Ecco qualche consiglio.

A volte si dice di stare in casa per riuscire a limitare le spese e mettere via qualcosa. Però, non tutti considerano il fatto che anche stare in casa ha un costo. Le bollette arrivano di continuo e ci sono costi di luce, gas, acqua, per non parlare del telefono, il mutuo o le varie assicurazioni.

Per avere un buon risparmio in casa ci sono dei trucchi da mettere in pratica da subito per vedere il costo della bolletta diminuire in modo significativo.

Qui di seguito troverete una serie di consigli molto utili in diversi campi e settori. Potete avere diverse indicazioni e diversi punti di vista rispetto al vostro che possono essere d’aiuto.

Risparmio in casa: tutti i trucchi per spendere meno

Ci sono tante cose da considerare quando si sta in casa, dal costo del telefono a quello degli elettrodomestici che si utilizzano. Pensiamo poi all’acqua che scorre e tante altre cose. È doveroso, in tempi in cui le famiglie fanno fatica ad arrivare alla fine del mese e in cui i costi si presentano aumentati, fare attenzione a non sprecare.

Salvadanaio per risparmiare soldi
Salvadanaio (Spraynews.it)

Iniziamo subito con l’analizzare il mutuo che moltissime persone hanno per pagare la propria casa. Nel 2023 i tassi di interesse variabili sono aumentati del 60% rispetto all’anno precedente, ma nel 2024 potrebbe esserci un miglioramento relativo ad un abbassamento del 13%.

Il tasso fisso, invece, è sceso, portando le banche a rilanciare l’offerta sulle surroghe. Oggi i variabili costano più dei fissi e sarebbe una buona scelta prendere in considerazione la surroga e passare al fisso.

Pensiamo, poi, alle assicurazioni di auto e moto. Nel 2023 l’assicurazione auto è aumentata in media del 35%, mentre quella della moto del 37% su base annua. Insomma, questo significa che bisogna fare una ricerca con diversi preventivi e affidarsi a chi offre la cifra più bassa.

Ancora, prendiamo ora in considerazione luce e gas. Il mercato libero offre diverse soluzioni e anche in questo caso bisogna fare una ricerca e metterle a confronto. Secondo i dati raccolti, pare che per chi sceglie una tariffa bloccata sia più conveniente un prezzo compreso tra 0,32 e 0,36 euro al kWh per la luce, 1,29 e 1,44 euro al smc per il gas. Per chi sceglie la tariffa indicizzata, invece, le opzioni migliori vanno da o,26 e 0,33 euro per la luce, 1,14 e 1,26 euro per il gas.

Per quanto riguarda la telefonia mobile e internet a casa, il consiglio per risparmiare è affidarsi ad un gestore unico in modo tale da poter arrivare a pagare anche meno di 23 euro al mese.

Infine, c’è da considerare che il prezzo del carburante sta scendendo. Per chi viaggia a benzina, si può vedere un risparmio di oltre 270 euro in un anno, mentre per chi ha il diesel attorno ai 240 euro.

Avendo appreso tutti questi dati, adesso è abbastanza intuitivo rapportarli alle proprie abitudini e capire che cosa si può fare per ridurre le varie spese.

Impostazioni privacy