Scomparsa Mimì Manzo, la figlia Romina con l’amica Loredana: la situazione diventa più difficile

Ci sono nuovi dettagli in queste ore che riguardano la scomparsa di Mimì Manzo, avvenuta tre anni fa in provincia di Avellino.

Le indagini sulla scomparsa di Mimì Manzo, un pensionato di 72 anni sparito nel gennaio 2021 in Irpinia, continuano e l’attenzione degli inquirenti sul giallo di Prata di Principato Ultra si fa sempre più stringente. Quattro persone sono indagate per sequestro di persona e false dichiarazioni al pm e tra queste c’è la figlia del muratore in pensione di 71 anni, Romina, la quale però nega tutte le accuse.

Lei stessa punta il dito contro Loredana Scannelli, una sua amica che stando alle ultime novità, si trova ora accusata di sequestro di persona oltre alle precedenti imputazioni di favoreggiamento e false dichiarazioni. Di contro a Romina Manzo, oltre al sequestro di persona, per il quale era già finita sotto inchiesta, spunta anche il reato di favoreggiamento.

Le accuse a Romina e all’amica Loredana: cosa c’entrano con la scomparsa di Mimì Manzo

Romina Manzo e Loredana Scannelli accusate della scomparsa di Mimì
Romina Manzo e Loredana Scannelli (Spraynews.it)

La scomparsa di Mimì Manzo è un vero e proprio rebus, come evidenziato dalle varie trasmissioni che un ampio servizio al mistero lo hanno già dedicato in questi mesi. Le sorelle cercano di capire cosa sia accaduto quella sera, senza rivolgere accuse dirette, mentre Romina Manzo spiega che l’auto su cui sono state trovate delle tracce di sangue non era guidata da lei, anche se lei l’aveva presa a noleggio.

Invece, la sua amica Loredana Scannelli ha spiegato in più occasioni che con quell’auto, la sera della scomparsa di Mimì Manzo, aveva investito un cane. La ricostruzione mostra movimenti sospetti di auto nella zona della basilica, ma nessuna delle persone che parrebbe legata al mistero della scomparsa dell’uomo non solo collabora alle indagini, ma anche soltanto sostiene di essere stata in alcune zone in quella serata in cui Mimì Manzo è scomparso.

Recentemente, Francesco Pio Manzo, figlio di Mimì, è stato nuovamente ascoltato dagli inquirenti, ribadendo la propria fiducia nel buon esito delle indagini e che appunto non avrebbe informazioni sulla scomparsa del padre. L’uomo, in sostanza, punta il dito verso altre persone, pur non facendo i nomi. Di recente, ha infatti accusato la presenza di “altri” che dovrebbero far emergere la verità con la propria versione dei fatti.

Impostazioni privacy