Si chiama “regola dei due minuti”: cos’è e perché può facilitarci la vita

Hai mai sentito parlare della regola dei due minuti? Se inizierei a seguirla potrai organizzare al meglio il tuo tempo.

Durante le giornate non è facile riuscire a gestire al meglio il proprio tempo, soprattutto quando si hanno tante cose da fare e si arriva stanchi la sera a casa.

Molto spesso infatti quello che si tende a fare è rimandare alcuni semplici compiti che non occuperebbero tantissimo tempo se presi da soli, ma che accumulandosi uno dopo l’altro alla fine richiedono un paio di ore delle proprie giornate per riuscire a sistemarli.

Per riuscire a migliorare la propria produttività ed evitare di ritrovarsi ad avere delle giornate in cui si hanno più di mille cose da fare tutte assieme, ci si può affidare a un metodo che è chiamato la regola dei due minuti, che permette di organizzarsi in modo tale da non avere del lavoro accumulato, ma che dà la possibilità di riuscire a gestirsi al meglio.

La regola dei due minuti: ecco che cos’è e come funziona

La regola dei due minuti è un metodo che dà la possibilità di organizzare i propri impegni e le attività che si devono svolgere in poco tempo, visto che secondo questo principio quando c’è una qualsiasi azione che richieda meno di due minuti bisognerebbe mettersi lì ed eseguirla subito in modo tale da evitare che si accumuli con altre mansioni e da non doverci più pensare.

regola due minuti come funziona
Come funziona la regola dei due minuti (spraynews.it)

Che si tratti di lavare un paio di posate, di rispondere a una mail oppure di mettere nell’armadio una giacca che non utilizziamo da un paio di giorni, la regola dei due minuti può aiutare a ritrovarsi con una casa molto più ordinata e con molte meno cose da dover fare quando si è stanchi e quando si ha pochissima voglia di pensare a qualcosa che non sia il riposo.

Ovviamente, bisogna riuscire ad avere una certa costanza e forza di volontà per svolgere tutte queste piccole mansioni, e al tempo stesso bisogna ricordarsi di non esagerare nel voler fare subito tutto quello che può essere svolto in due minuti di tempo, visto che concentrarsi su troppi piccoli compiti potrebbe ridurre la produttività e tempo all’attività più importanti. Bisogna quindi trovare il giusto equilibrio per impegnarsi in mansioni lunghe e importanti e per dedicarsi a quelle più rapide e veloci da sbrigare. Per questa ragione inoltre è bene seguire la regola dei due minuti quando si hanno dei momenti morti e non quando bisogna fare qualcosa di molto più rilevante.

Impostazioni privacy