Su queste superfici non devi mai usare l’aceto per pulire: le rovini per sempre

Fai molta attenzione alla cura della tua casa e dei tuoi mobili, se usi l’aceto su queste superfici potresti rovinarle per sempre: il motivo

Ebbene sì, nonostante spesso possa rappresentare un vero e proprio salva vita per le nostre faccende domestiche, ci sono delle situazioni in cui in realtà faremmo bene a mettere l’aceto da parte e dunque a non mettere in gioco questa potente arma contro lo sporco e gli aloni.

Questo tipo di alimento da cucina, infatti, ha un ph molto acido e proprio per questo motivo non viene considerato idoneo e adatto a tutte le superfici: ma di quali stiamo parlando? Per saperne di più, non dovete fare altro che continuare a leggere insieme a noi.

Faccende domestico e aceto

pulire superfici
Attenzione all’aceto (spraynews.it)

Come tutti noi ben sappiamo, sempre di più negli ultimi tempi si sta diffondendo un nuovo stile di vita e di abitudini per quanto riguarda proprio lo svolgimento delle nostre faccende domestiche. A discapito dei numerosi prodotti a cui possiamo andare incontro quando giriamo per gli scaffali dei negozi e dei supermercati, infatti, in realtà gli strumenti più utili per contrastare aloni e sporco sono quelli più inaspettati. Ebbene sì, stiamo parlando proprio dei cosiddetti prodotti casalinghi.

In particolare, infatti, negli ultimi tempi si sta diffondendo sempre di più l’utilizzo di prodotti ecologici, dunque più sostenibili e attenti agli ambienti, economici e soprattutto anche più efficienti per quanto riguarda la pulizia dei nostri mobili. Tra i prodotti più gettonati e consigliati, in particolare, possiamo citare proprio l’aceto: un valido e imperdibile alleato, capace di abbattere anche lo sporco più ostinato e di far risplendere le nostre abitazioni.

Aceto, cosa succede se lo usi qui

Nonostante, però, l’utilizzo più che efficiente dell’aceto (che dunque non è solo un ottimo alleato in cucina ma anche per quanto riguarda la pulizia della nostra abitazione), bisogna fare molta attenzione al suo utilizzo. Può, infatti, rappresentare anche un prodotto molto aggressivo e che proprio per questo motivo faremmo bene a non utilizzare su specifiche superficii più delicate, per evitare di andare incontro a possibili danni anche permanenti.

In particolare, le superfici che potremmo definire come più a rischio quando si tratta dell’utilizzo dell’aceto per pulire facciamo riferimento proprio al marmo e alla pietra naturale. L’acido presente nell’aceto, infatti, potrebbe arrivare a danneggiare in modo irreparabile queste superficii. Inoltre, sempre tra i materiali più “delicati”, possiamo citare anche l’alluminio che, in questo specifico caso, potrebbe andare incontro a corrosione, il rame e per finire l’ottone: per questi ultimi due materiale, infatti, il rischio è quello di creare danni nella finitura e anche nel colore.

Impostazioni privacy