Viaggio in progetto? Cambiano i prezzi dei voli dopo la decisione dell’Unione Europea

Stai progettando un viaggio in aereo? Attenzione, dopo la decisione dell’Unione Europea cambiano i prezzi dei voli.

Da diverso tempo si parla dei sovrapprezzi dei biglietti aerei e proprio questi, dopo le tante lamentele dei passeggeri, sono finiti sotto esame dell’Unione europea. Ma cosa potrebbe cambiare? Ebbene, nei giorni scorsi il Parlamento europeo ha approvato la richiesta da dover inviare alla Commissione Ue riguardante i biglietti aerei. Nel dettaglio, a finire sotto esame sono stati i sovrapprezzi che vengono applicati dalle compagnie aeree, low cost e non solo, per il bagaglio a mano.

Tutto è iniziato, dopo la petizione presentata da un cittadino tedesco, che ha avuto un grande successo e soprattutto ha trovato l’approvazione di tanti altri viaggiatori stanchi di dover sostenere questi prezzi. Vediamo cosa cambierà o cosa potrebbe cambiare.

Viaggio in aereo, cambiano i prezzi dei voli dopo la decisione dell’Unione europea

Il Parlamento europeo dopo la petizione presentata dal cittadino tedesco, la numero 0837/2019, ha chiesto alla Commissione Europea di aggiornare la normativa comunitaria riguardo i diritti dei passeggeri aerei. La commissione ha così avviato una consultazione circa il regolamento delle tariffe che vengono applicate dalle compagnie aeree che operano sul territorio comunitario. Si è sottolineato il fatto che fosse necessario andare a salvaguardare il passeggero ed il principio di trasparenza dei costi.

cambiano i prezzi dei voli dopo la decisione dell'Unione Europea
Richiesta l’eliminazione della divergenza di prezzi nei voli (spraynews.it)

Si chiede l’eliminazione delle divergenze tra le diverse compagnie. Oggetto della petizione, la divergenza tra i sovrapprezzi per il bagaglio a mano applicati dalle varie compagnie aeree. Si chiede, quindi che le norme circa le dimensioni dei bagagli a mano e l’applicazione dei sovrapprezzi siano uniformate. Nella richiesta firmata lo scorso mercoledì 4 ottobre, il Parlamento ha così invitato la Commissione ad attuare la sentenza del 18 settembre 2014 della Corte di giustizia dell’Unione europea. Questa sanciva che il sovrapprezzo per i bagagli a mano, debba essere possibile soltanto quando non vengono rispettati alcuni requisiti. A cambiare non saranno i prezzi dei biglietti, bensì la parte riferita ai bagagli a mano. Si chiede che il costo dei bagagli siano inclusi nel prezzo del biglietto aereo.

“Alla luce di tutte le considerazioni che precedono, si deve rispondere alla questione posta dichiarando che l’articolo 22, paragrafo 1, del regolamento n. 1008/2008 deve essere interpretato nel senso che esso osta ad una normativa, come quella di cui trattasi nel procedimento principale, che obbliga i vettori aerei, in tutte le circostanze, a trasportare non solo il passeggero, ma anche i bagagli registrati dello stesso, a condizione che tali bagagli posseggano determinati requisiti relativi in particolare al loro peso, per il prezzo del biglietto aereo e senza che possa essere richiesto alcun supplemento di prezzo per il trasporto di detti bagagli”. Questa la richiesta della Commissione.

Impostazioni privacy