Yearbook, il trend che sta spopolando sui social: di cosa si tratta questa moda anni ’90

Tra i trend che stanno spopolando sui social c’è “Yearbook”, taggato anni ’90 e che suscita nostalgia ai più grandi e curiosità ai giovani!

Nel mondo frenetico di oggi che cambia ogni secondo di più, sembra che il passato sia più interessante del presente. C’è sempre più spesso una sorta di nostalgia degli anni che furono. Soprattutto  dei ’90. Ormai quando si parla di anni ’90 non ci può più riferire ad essi dicendo “2 o 3 anni fa” ma è più corretto dire “25-30 anni fa”.

Perché gli anni ’90 ci mancano così tanto? Perché ci piacciono e li ricordiamo con così tanta nostalgia? Ci sono diverse motivazioni: la musica era migliore, le persone erano più gentili e il mondo era meno complicato. Inoltre gli anni Novanta sono stati un periodo di ottimismo. Si pensava di poter fare qualsiasi cosa, ignari di quello che sarebbe successo già a partire dai primi anni 2000. Questo è il motivo per cui così tante persone sono attratte da questo decennio e perché è ancora popolare oggi. Tant’è che grazie alle intelligenze artificiali si può persino tornare indietro nel tempo e vederci in uno stile tutto anni ’90! Questo trend può significare stupore per i più giovani che sono nati negli anni 2000, ma anche molta nostalgia per coloro che gli anni ’90 li hanno vissuti! Parliamo di questo nuovissimo trend:  “Yearbook”.

Yarbook, il trend taggato anni ’90

Si tratta di una nuova applicazione che utilizza l’intelligenza artificiale per generare un book fotografico personale in stile liceo americano. Questo trend ha riacceso la nostalgia di cui si parlava prima per gli anni ’90. Le foto dell’annuario riproducono i classici scatti dell’epoca, dallo studente con maglioncino e occhiali, al capello spettinato con il chiodo di pelle, partendo da un selfie che l’utente carica direttamente sull’app.

la nostalgia degli anni 90 è molto presente
Sempre più persone oggi sono nostalgiche circa gli anni ’90 (spraynews.it)

L’app prevede la funzione AI Yearbook e fornisce all’utente sessanta diversi scatti tra cui scegliere. Basta caricare un minimo di 8 selfie, più le foto saranno di buona qualità meglio sarà, per fare in modo che l’intelligenza artificiale modifichi le foto con i dettagli del proprio volto e le applichi ai modelli scelti. Le due opzioni di acquisto disponibili dipendono da quanta pazienza l’utente ha nell’aspettare il suo annuario, poiché anche se l’applicazione sta avendo molto successo, sta anche subendo qualche ritardo.

 La “Yearbook challenge” ha superato i confini di TikTok per raggiungere anche Instagram, Facebook e Twitter, appassionando sempre più persone. Non mancano gli influencer italiani, come ad esempio il TikToker Mattia Stanga, che vanta 3 milioni di follower o anche Carlotta Fiasella, con oltre 2 milioni di seguaci. I divertenti scatti arrivano anche dal mondo dello spettacolo: ad esempio Andrea Damante, Virginia Stablum o Simona Ventura.

Insomma, gli anni ’90 rendono un po’ tutti nostalgici o comunque curiosi, e tu hai già provato questa applicazione o la proverai?

Impostazioni privacy