Addio reggiseno, le ragazze non lo vogliono più: per i medici non è una buona idea

Torna il femminismo che rigetta il reggiseno e migliaia di giovani ragazze lo lasciano nel cassetto. Ma è così rischioso non indossarlo?

Negli ultimi anni il reggiseno è tornato a essere odiato dalle donne. Il movimento ”Free the nipple” ha conquistato le più giovani, con personaggi famosi che hanno messo da parte l’indumento per sfoggiare i capezzoli sotto i vestiti, sotto l’hashtag #nobrachallenge. Il movimento è arrivato anche in Italia, con Chiara Ferragni come una delle esponenti. Si tratta, infatti, di ragazze della Generazione Z e Millennial, vicine agli ambienti femministi e attive sui social network.

Per comprendere cosa centri il femminismo con i reggiseni è utile fare un passo indietro. Negli anni ’70 le donne hanno cominciato a criticare il reggiseno, come parte di una società che da una parte impone alle donne di essere sexy e dall’altra di nascondere il seno agli sguardi maschili. Anche oggi le critiche riguardo questo capo di abbigliamento sono legate a questo concetto, in quanto è considerato molto sexy da tanti uomini. Ma il trend nasce nei social perché molte piattaforme continuano a censurare i capezzoli femminili, anche i seni delle donne che hanno subìto l’asportazione delle mammelle a causa del tumore.

Togliere il reggiseno fa bene? Ecco la risposta

La censura del seno riguarda anche i trans, sia Mtf che FTM, ma non riguarda mai i maschi cisgender, che possono esporre liberamente i capezzoli senza che la piattaforma rimuova le loro fotografie. Per questo il movimento “Free the nipple” ha avuto una grande rilevanza sui social, promosso da influencer e lavoratrici discriminate per il fatto di essere donne o ”persone con il seno”. Molte influencer, infatti, hanno messo in evidenza come hanno anche perso guadagni a causa delle censure dei seni. Una vera e propria discriminazione. Il movimento “free the nipple” ha ottenuto la sua vittoria, poiché Meta si è detta disposta a porre fine a questa censura.

Togliere il reggiseno fa male?
Cosa dicono i medici sulle donne che non indossano il reggiseno – Credit: Chiara Ferragni (FB) – (spraynews.it)

Da quando il movimento “Free the nipple” ha cominciato ad essere sdoganato sui social, le ragazze si sono sentite più incoraggiate ad abbandonare il reggiseno. Lo considerano infatti uno strumento che promuove l’inferiorità della donna verso l’uomo. Ma cosa dicono gli esperti sull’uso del reggiseno? Fa male toglierlo? I medici sconsigliano di non indossarlo se si ha un seno grande, poiché il mancato sostegno del peso può portare a problemi alla schiena.

Anche utilizzare il reggiseno può portare conseguenze se non si sceglie quello della giusta misura. Un sondaggio condotto dal brand inglese di lingerie ”Pour Moi”, ha intervistato 1000 donne per comprendere i benefici di indossare il reggiseno della giusta taglia e sbagliano quasi tutte. E’ importante indossare uno della taglia corretta, in quanto al contrario può provocare fastidi, insofferenza o anche dolore. Una coppa troppo grande, inoltre, potrebbe non sostenere correttamente il seno, dando origine a smagliature e perdita di tono della pelle.

Impostazioni privacy