Anche il gatto può soffrire di depressione | Fate attenzione a questi segnali

Se il tuo gatto ha questi comportamenti forse soffre di depressione: ecco quali sono i segnali a cui stare attento per accorgerti.

I gatti sono animali domestici sempre più diffusi e amati. Qualche anno fa in netta minoranza rispetto ai cugini cani, oggi, sono sempre di più le famiglie e le persone che li scelgono come compagni di vita inseparabili. Sono animali in grado di dare amore a chi li comprende e a chi ha l’apertura di capire il loro linguaggio, a volte più sottile e difficile da capire rispetto a quelli di Fido. E se abbiamo un gatto nella nostra vita, dobbiamo fare di tutto per farlo stare bene e farlo vivere felice.

Forse non tutti sanno che anche i gatti possono soffrire di depressione, sentirsi tristi e abbandonati. Alla lunga, proprio come noi essere umani, questi problemi possono diventare anche molto pericolosi per la loro salute. Ma come fare per riconoscerne i segnali? Ecco a che cosa stare attenti per non farti cogliere impreparato.

Il tuo gatto soffre di depressione? Sì, se fa queste cose: ecco i segnali inequivocabili

Ci sono tanti motivi per cui un gatto può cadere in depressione e il primo passo è riconoscere il problema, per poi correre ai ripari. Anche i gatti, infatti, del resto come i cani, possono soffrire di questa malattia così tanto diffusa tra gli essere umani e spesso troppo poco considerata. Il primo motivo piuttosto comune è quello dell’arrivo di un nuovo animale in casa, magari un gattino più piccolo o un cagnolino.

come fare a sapere se il tuo gatto soffre di depressione
La depressione nel gatto – Spraynews.it

Magari il padrone lo ha fatto in buona fede, credendo di dare un fratellino con cui giocare al proprio micio. Ma i gatti si affezionano molto ai propri padroni e potrebbero sentirsi abbandonati e gelosi e di conseguenza sviluppare una depressione, se vedono un altro gatto ricevere più attenzioni da un momento all’altro. Con il tempo si abituerà al nuovo arrivato, ma starà a voi dimostrargli di non essere diventato una seconda scelta.

Un altro motivo può essere un lutto in famiglia. La morte del padrone o di un membro della famiglia con cui il gatto ha vissuto per tanti anni può essere motivo di sofferenza per il micio. In questo caso lo vedrete miagolare in maniera sofferta, come un lamento, magari girando nei luoghi in cui la persone era solita stare, come una poltrona o una stanza da letto.

I gatti depressi spesso smettono di mangiare, non giocano più e dormono tutto il giorno. Non hanno più le energie di prima o miagolano tutto il giorno senza motivo.

Impostazioni privacy