Castiglione Torinese, Andrea muore a 12 anni: era stato dimesso poco prima

Un ragazzo di soli 12 anni di Castiglione Torinese, in provincia di Torino, è morto improvvisamente nella serata di ieri: qualche ora prima era stato dimesso dall’ospedale.

Aveva solo 12 anni il ragazzino di Castiglione Torinese, centro della provincia di Torino, deceduto ieri sera. Il 12enne dopo aver accusato un malessere, secondo quanto ricostruito, si era recato in pronto soccorso, ma i medici, effettuate le visite del caso, avevano deciso di rimandarlo a casa.

Purtroppo, le condizioni del ragazzino sono precipitate ed è stato richiesto l’intervento dell’equipe medica del 118 che lo ha trasportato d’urgenza in ospedale a Torino, dove, purtroppo, è deceduto poco dopo il suo arrivo. Su quanto accaduto, l’Asl ha aperto un’indagine interna.

Castiglione Torinese, ragazzo di 12 anni muore improvvisamente: era stato dimesso poco prima

Ospedale
Ospedale (Spraynews.it)

Sotto choc la comunità di Castiglione Torinese (Torino) per la morte improvvisa di Andrea Vincenzi, deceduto nella serata di ieri, mercoledì 21 febbraio, a soli 12 anni.

Stando a quanto ricostruito, come riportano varie fonti tra cui il quotidiano La Stampa, il 12enne aveva accusato un malessere ed i genitori avevano deciso di portarlo al pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso per una sospetta polmonite. Dopo i controlli, i medici hanno deciso di dimetterlo rimandandolo a casa. Qui, però, nelle ore successive, Andrea ha iniziato a star male e le sue condizioni sono precipitate.

Il ragazzo è stato trasportato, dunque, d’urgenza al Regina Margherita di Torino, ma è deceduto poco dopo il ricovero. A nulla sono serviti i tentativi di tenerlo in vita. L’Asl To4, dopo la tragedia, con una nota, ha espresso il proprio cordoglio alla famiglia del 12enne ed ha comunicato di aver aperto un’indagine interna per le verifiche del caso. L’Azienda ha precisato che, nonostante serviranno dei giorni per tutti gli accertamenti, dai primi riscontri risulta che siano state seguite correttamente tutte le procedure previste dal protocollo.

Sognava di diventare un calciatore

Andrea sognava di diventare un calciatore professionista. Già militava negli Esordienti della Usd Gassino-San Raffaele, società calcistica del torinese che ha voluto esprimere il proprio cordoglio attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook.

Tanti i messaggi di cordoglio, apparsi sui social, anche da parte di amici e conoscenti della famiglia. La tragedia ha scosso l’intera comunità locale che si è voluta stringere ai genitori del 12enne.

Impostazioni privacy