Con questi gerani ho trasformato il mio balcone: le 4 varietà che non puoi non avere

Con questi gerani ho trasformato il mio balcone: le 4 varietà imperdibili che hanno davvero cambiato radicalmente aspetto a tutta la mia casa. Vi svelo il mio segreto. 

Per chi come me è appassionato di giardinaggio e di piante e fiori sa bene che il fiore per eccellenza che non può mancare mai su un terrazzo e un balcone è il geranio. Che con i suoi colori unici e sgargianti e le sue foglie dalla forma inconfondibile garantisce eleganza e bellezza, facendo cambiare aspetto anche alle nostre case che appaiono vive e trasmettono solo energie positive. Provate solo a notare una differenza tra un terrazzo spoglio e uno fiorito.

Sicuramente con piante e fiori sul balcone o sul terrazzo, per non parlare del giardino, attireremo le attenzioni dei passanti e soprattutto dei nostri vicini, che faranno di tutto per mettersi al nostro livello. Ma parlando di gerani, io sono riuscito letteralmente a lasciarli senza parole, e l’ho fatto utilizzando dei segreti che hanno reso i miei fiori perfetti e vigorosi in pochi giorni. Quello che però mi ha permesso di fare davvero la differenza è stata la scelta delle varietà giuste, quelle che in assoluto sono per me le più belle da avere su un terrazzo.

Infatti i gerani sono delle piante da vaso che crescono fino ad un certo punto e in base alle loro caratteristiche precise che andremo a vedere adesso, possiamo dire che sono la pianta più adatta in assoluto per il nostro balcone. Voglio svelarvi quale varietà secondo me non deve mai mancare dalla lista dei gerani che non sono unici ma hanno tante varianti che li rendono ancora più unici rispetto agli altri fiori da balcone. Al primo posto di questa lista troviamo i gerani “Decora Imperial”, adatti al balcone per una caratteristica ben precisa.

Sono infatti dotati rispetto alle altre varietà, di lunghi steli che consentono una fioritura a cascata. Anche il loro fiore è unico, quel rosso acceso ideale per una casa con le paresti esterne bianche o anche di tonalità più scure, con il geranio che contribuisce a contrastare e a dare lucentezza alla casa. Resistente al sole, è preferibile che almeno nel pomeriggio riesca a stare per qualche ora all’ombra, per il resto basta annaffiarlo almeno una volta al giorno nei mesi caldi.

I gerani migliori che cambiano l’aspetto del mio balcone

Con questi gerani ho trasformato il mio balcone: le 4 varietà che non puoi non avere
Gerani balcone (Spraynews.it)

La seconda varietà che non può mancare è quella del “Balcon Noa”, pianta che arriva in Italia dall’Africa e che forse tra tutte le altre varietà di gerani è proprio quella che si adatta maggiormente al cado e ai raggi del sole estivi. Dotata anche questa specie di steli lunghi anche fino a 30 centimetri, è ideale per un effetto a cascata. Il colore è rosso sgargiante e dalle varie tonalità, va annaffiato nelle ore serali e non ha bisogno di particolari cure proprio grazie alla sua massima adattabilità anche a temperature alte (qui vi abbiamo svelato alcuni trucchi per avere dei gerani sempre fioriti e vigorosi).

La terza varietà di geranio, quella che più di tutte mi piace, è quello “Bella donna”, che offre una vasta gamma di colori e che è molto diverso nella forma dagli altri. E’ una pianta con un tronco piccolo e delle foglie appuntite verdi, davvero il più elegante tra tutte le specie in commercio. Non è resistente come gli altri due, e merita particolari attenzioni e un po’ più d’ombra durante la giornata. Importante annaffiarlo tutti i giorni nelle ore serali, magati preferendo nel vaso un terriccio drenante che non accumuli acqua per troppe ore.

L’ultima totalità che vi voglio sottoporre, e che non può mancare sul vostro balcone è quella del geranio “Ville de Paris”, che riesce ad unire sia eleganza che robustezza. Resistente alle temperature elevate, ha bisogno di particolari attenzioni maggiormente nei mesi invernali, con una copertura per proteggerlo dalle temperature più rigide. Anche questa pianta offre fiori di vari colori, e la sua crescita nel periodo tra aprile ed ottobre è molto rapida, come del resto è anche quella delle altre tre varietà che abbiamo proposto.

Qualsiasi sia la vostra scelta tra queste quattro proposte dovete sapere che per avere una massima fioritura del geranio (come abbiamo anche spiegato qui) bisogna prendersi cura di queste piante non solo nel periodo estivo con innaffiatura e pulizia, ma soprattutto nel periodo autunno inverno, con la minaccia del freddo che rimane elevata e che rischia di mettere a repentaglio la loro esistenza. Per quel che riguarda la concimazione, evitare prodotti aggressivi: bastano pochi accorgimenti naturali per rinvigorire rapidamente queste piante.

Impostazioni privacy