Se il tuo bambino ha una crisi di pianto, non fare mai questi errori: peggiorerai la situazione!

Sai bene cosa fare quando un tuo bambino ha una crisi di pianto? O soprattutto, cosa non bisogna fare per peggiorare la situazione?

Essere genitori al giorno d’oggi, non è assolutamente una cosa da poco. Il carico di responsabilità che la vita ci mette di fronte ogni giorno che passa, con tutti i vincoli lavorativi e personali che richiede, non permette sempre di essere dei genitori a tempo pieno. Sempre più spesso, infatti, sono i nonni (che siano benedetti) a prendere in mano la situazione e passare tanto tempo insieme ai nostri bambini, in attesa che noi torniamo dal lavoro.

D’altra parte, i numeri parlano chiaro. La natività in Italia vede il suo tasso percentuale abbassarsi sempre di più. I giovani di oggi temono di mettere su famiglia, in particolare per un aspetto economico e le certezze che non sono sempre così assodate. Ma quando abbiamo dei figli, bisogna cercare di capire i loro segnali e cosa bisogna fare, in particolare quando hanno delle crisi di piano. Sei sicuro di fare le cose giuste quando il tuo bambino inizia a piangere senza sosta?

Bambini e crisi di pianto: cosa bisogna fare?

Essere genitori è una delle sensazioni ed emozioni più belle che si possano provare in tutta una vita. L’augurio è quello che chiunque possa diventare prima o poi padre e madre modello, e dare ai propri figli una educazione esemplare, che passa da piccoli procedimenti, attenzioni e anche metodi per poter gestire le situazioni che appaiono più critiche.

Può capitare spesso che un bambino, per diversi motivi, possa avere una crisi di pianto e che senza sosta versi lacrime. Sono quei momenti in cui ci si può lasciare anche prendere naturalmente dal panico, e ci si chiede quali possano essere i metodi migliori per poter gestire la crisi di pianto. Ma in quei momenti sei sicuro di agire correttamente? Tutto quello che bisogna fare è utilizzare un linguaggio empatico verso i bambini, al fine di poterli tranquillizzare.

crisi di pianto neonati errori comuni
Quali sono gli errori più comuni quando un bambino una crisi di pianto (spraynews.it)

Cosa bisogna fare se il nostro bambino ha una crisi di pianto? Il linguaggio empatico è ciò che ci può aiutare a gestire una situazione simile. Innanzitutto, bisogna evitare di alzare la voce, rimproverare e sentenziare dei giudizi negativi che possano metterlo in cattiva luce. Di riflesso, invece, bisogna utilizzare un tono deciso e calmo che possa rassicurare il bambino e calmarlo nel suo pianto. Bisogna parlare accuratamente, cecando di capire quali sono i sentimenti che prova ed incoraggiarlo.

Quindi, comprendere le sue emozioni anziché sentenziarle, così da garantirsi un rapporto di fiducia nei suoi confronti, e far si che possa aprire la sua voce a quello che realmente prova. In questo modo si sentirà molto più tranquillo ed inizierà a calmarsi da sé.

Impostazioni privacy