Seguo la dieta chetogenica, ma mangio anche questi salumi: risultati incredibili

Seguo la dieta chetogenica ma mangio anche questi salumi: i risultati che sto ottenendo sono straordinari. Vi consiglio il mio segreto. 

Quando si decide di seguire la dieta chetogenica si possono mangiare anche dei salumi? Proviamo a dare una risposta a questa domanda partendo dal presupposto che non si deve fare un abuso di questo alimento, come del resto anche di tanti altri che potrebbero portare ad avere seri rischi per la salute.

In ogni caso i salumi magri sembrano rappresentare l’opzione perfetta per uno spuntino proteico, specialmente per coloro che seguono una dieta chetogenica per raggiungere i propri obiettivi di dimagrimento. Tuttavia, è importante considerare che questa scelta potrebbe non essere così salutare come appare a prima vista, e le criticità non sono legate esclusivamente ai carboidrati.

Una dieta chetogenica si basa su un’elevata assunzione di proteine e grassi, con una ridotta quantità di carboidrati. Questo tipo di alimentazione induce il corpo a entrare in uno stato metabolico chiamato chetosi, dove il fegato produce chetoni come fonte principale di energia anziché utilizzare il glucosio derivato dai carboidrati.

Dieta chetogenica e salute: i pro e i contro sul consumo

Dieta chetogenica e salumi
Salumi nella dieta chetogenica (Spraynews)

Sebbene la chetosi possa favorire l’ossidazione dei grassi e portare a una perdita di peso e ad altri benefici, è fondamentale seguire questa dieta con cautela, per periodi limitati e sotto controllo medico, poiché può comportare rischi per la salute a lungo termine. In generale, tutti i tipi di salumi, sia di carne suina, bovina, equina o ovina, possono essere consumati nella dieta chetogenica. Prosciutto, salame, bresaola, carne salada, sfilacciato: tutti forniscono una buona dose di proteine e grassi, adatti a questo tipo di alimentazione.

Tuttavia, è importante prestare attenzione alla qualità dei salumi, preferendo opzioni con meno additivi e grassi saturi. E’ essenziale consumarli con moderazione e scegliere quelli con minori additivi e grassi saturi. Molti salumi contengono conservanti come nitriti e nitrati, i quali, se assunti in grandi quantità, possono avere effetti nocivi sulla salute.

Inoltre, i salumi sono spesso ricchi di sale, il cui eccessivo consumo può contribuire a problemi di ipertensione e altri disturbi. Le carni rosse, soprattutto quelle processate, sono associate a un aumento del rischio di sviluppare tumori, e la provenienza non influisce sulla loro salubrità. Infine, alcuni salumi sono ricchi di grassi saturi, i quali, se consumati in eccesso, possono avere impatti negativi sulla salute cardiovascolare.

Impostazioni privacy