Per Pasqua sta spopolando questo rustico: è meglio del casatiello napoletano

Per Pasqua sta spopolando questo rustico: è meglio del casatiello napoletano. Scopriamo una ricetta storica della cucina partenopea che in tanti si apprestano a preparare. 

Sono tante le ricette che milioni di mamme e nonne si apprestano a preparare in occasione delle festività pasquali, che sono ormai imminenti. Per la maggiore in questo periodo, come sempre, vanno sia i dolci che i rustici, soprattutto quelli napoletani che vengono poi riproposti anche in altre regioni italiane. Su tutti ci sono sia il tornano che il casatiello, ma anche altre prelibatezze salate non vanno trascurate.

Come non menzionare quindi il babà salato, una ricetta che magari non è conosciuta come le altre, ma che raccoglie un grande successo anche in altri periodi dell’anno, anche con i turisti che apprezzano la genuinità di una variante salata del classico babà, conosciuto in tutto il mondo. Andiamo a conoscere questa versione rivisitata, un rustico che davvero accontenta con la sua delicatezza tutti i palati.

Sebbene il babà dolce abbia origini antiche, quello salato invece è una creazione più recente, nata probabilmente dall’ingegno dei cuochi napoletani desiderosi di sperimentare nuove combinazioni di sapori. Le radici della sua ispirazione possono essere collegate al mondo della pasticceria, ma è nella cucina casalinga e nei ristoranti tradizionali che questo rustico ha trovato il suo spazio.

Come si prepara il babà dolce

Rustico di Pasqua
Rustico napoletano di Pasqua (Spraynews.it)

La preparazione del babà salato richiede gli stessi passaggi di base del suo equivalente dolce, ma con una svolta salata. Gli ingredienti fondamentali includono farina, acqua, lievito di birra, sale e olio extravergine d’oliva.

La pasta viene lavorata fino a ottenere una consistenza morbida ed elastica, poi lasciata “crescere” per consentire al lievito di fare il suo lavoro. Una volta lievitata, la pasta viene modellata in forme individuali, solitamente a ciambellotto o a piccole palline, e fritta in olio bollente fino a doratura. Il risultato è una base soffice e leggermente croccante, pronta per essere farcita con una vasta gamma di ingredienti salati.

Questa ricetta si può fare anche a casa e richiede solo piccoli passaggi ma grande attenzione. Una delle bellezze di questo rustico è la sua versatilità. Può essere farcito con una miriade di ingredienti, dando vita a una varietà infinita di sapori. Alcune delle farciture più comuni includono prosciutto cotto, salumi vari, formaggi locali come la mozzarella o il provolone, verdure grigliate e condimenti come la salsa di pomodoro o la crema di ricotta.

Impostazioni privacy